Petrolio: sì ministeriale per la trivellazione a largo del Gargano

Il primo ok del ministero dell’ambiente alla richiesta di una società Irlandese di effettuare ricerche petrolifere al largo delle Isole Tremiti ha dato il via a molte polemiche, con molte proteste da parte di ambientalisti, esponenti politici, sindacati e tanti cittadini. Il parere positivo del ministero riguarda nello specifico ricerche davanti al lago di Lesina, a 12 km di distanza dalle Tremiti e 11 dalla costa.

Proprio per tale motivo, il presidente del Consiglio provinciale di Foggia, Enrico Santaniello, ha convocato una seduta straordinaria interamente dedicata alla vicenda. Intanto sono già state programmate manifestazioni dal “Comitato per la tutela del mare del Gargano”, con l’obbiettivo di sollecitare l’opinione pubblica, ma anche la dirigenza politica, affinché il Gargano non diventi un distretto petrolifero con gravi ripercussioni ambientali.

Proprio sui rischi per l’ambiente marino, il WWF Foggia ha dichiarato: “Già la fase iniziale della ricerca petrolifera, eseguita attraverso ricognizioni sismiche con la generazione di onde sonore secondo la tecnica ‘Air-Gun’, e’ estremamente pericolosa per la fauna marina”. L’UE non è rimasta totalmente estranea alla vicenda, infatti è già stata fatta un’interrogazione alla Commissione Europea, con la quale 5 europarlamentari hanno richiesto alla Commissione stessa di esprimersi sull’autorizzazione fornita dalle autorità Italiane.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*