Pier Carlo Padoan: “Servono riforme di ampia portata per la disoccupazione”

pier-carlo-padoanIl ministro dell’economia, Pier Carlo Padoan, è stato intervistato a Washington dalla Cnbc. Il ministro ha commentato le recenti questioni economiche italiane: al centro dell’intervista, sopratutto le decisioni del Governo e il problema della disoccupazione. Ma andiamo con ordine. Padoan ha esordito parlando del Def: il documento economico finanziario è uno dei passi fondamentali di queste settimane. Grazie a questo strumento, spiega Padoan, si punta a creare una combinazione di misure strutturali che permetteranno di tagliare il cuneo fiscale, offrendo più soldi alle famiglie e alle imprese. Padoan ne è convinto: grazie al Def, in due o tre anni avremo risultati visibili. Altro capitolo molto caldo, quello della disoccupazione: le parole di Padoan sono piuttosto chiare. “Servono riforme di ampia portata. Bisogna far entrare i giovani sul mercato del lavoro. Occorre muoversi verso contratti più semplici, ancorando  i salari alla produttività” spiega il ministro. Un altro obiettivo del Governo, è quello di aumentare la credibilità nei confronti degli investitori esteri, una priorità secondo il ministro Padoan. Un incentivo ad investire, potrebbe arrivare proprio dal governo: infatti, uno dei punti centrali del piano di Renzi è infatti quello di proporre un governo più semplice e meno costoso, fattore che andrebbe a rafforzare la fiducia degli investitori e anche quella degli italiani. “Se il governo dimostra che le cose stanno cambiando il denaro fluirà e questo porterà a nuova crescita. Mi aspetto sorprese positive nel breve termine” aggiunge Padoan.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*