Poligrafici ieri in sciopero: oggi niente quotidiani

giornaliI sindacati hanno proclamato per giovedì 22 maggio, lo sciopero dei lavoratori dei poligrafici e grafici. Una scelta dolorosa, ma necessaria: la protesta infatti vuole fare luce sulla condizione di molti lavoratori in una situazione difficile. Infatti si chiede maggiore tutela per tutti i lavoratori esodati del settore editoriale. I tre sindacati (Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil) hanno pubblicato una nota ufficiale, per spiegare al meglio i motivi di questa protesta. ”Avevamo sostenuto, insieme alle parti datoriali, la necessità di procedere con gradualità e senza retroattività nell’applicazione del regolamento dell’armonizzazione, per evitare di infliggere l’ennesimo durissimo colpo ai lavoratori del settore poligrafico e grafico editoriale” si legge nella nota. I sindacati hanno poi confermato che, nonostante varie sollecitazioni, non c’è stata la possibilità di organizzare un tavolo fra sindacati e ministero del Lavoro, in particolare col ministro Giuliano Poletti. Una situazione che non è passata inosservata agli occhi dei sindacati e che ha inasprito la protesta: dopo le promesse del vecchio governo, non c’è stata una risposta positiva da parte del nuovo governo, per questo si è resa necessaria la scelta di proclamare uno sciopero. A causa dello sciopero dei poligrafici, oggi- venerdì 23 maggio – i quotidiani non saranno disponibili nelle edicole italiane.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*