Portogallo: “Chiediamo formalmente un aiuto alla UE”

Come anticipato qualche settimana fa, la situazione economica del Portogallo era molto difficile: lo è tutt’ora, anzi forse è addirittura peggiorata. Le prospettive tutt’altro che rosee hanno costretto il premier dimissionario Josè Socrates a richiedere un aiuto formale all’Unione Europea. “Il governo ha deciso oggi stesso di rivolgere alla Commissione europea una richiesta di assistenza finanziaria in modo da garantire le condizioni di finanziamento del nostro Paese, del nostro sistema finanziario e alla nostra economia”. L’annuncio arriva in un periodo molto importante e delicato: infatti a partire da oggi si terrà a Budapest l’Ecofin informale, dunque una occasione per tutti i ministri dell’economia europei di incontrarsi e discutere. A questo punto argomento chiave di questo Ecofin sarà la situazione economica portoghese, che va a sommarsi alle infelici situazioni di Grecia e Irlanda. E proprio a proposito della Grecia, trapelano alcune interessanti informazioni da Atene: secondo la stampa locale infatti, la crisi sarebbe talmente accentuata, da costringere il governo greco a richiedere un ulteriore sforzo economico all’Unione Europea, ma la notizia è stata seccamente smentita dalle fonti interne alla Ue. Tornando al Portogallo, ci si attende una risposta ufficiale dall’Unione Europea, risposta che come già detto arriverà all’interno dell’Ecofin: infatti c’è grande attenzione sulla questione del Portogallo perchè c’è il rischio che questa crisi economica che ha colpito alcuni paesi, possa allargarsi e possa contagiare altre nazioni europee.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*