Pres. dell’INPS: “Vi spiego il lodo Mastrapasqua”

Antonio Mastrapasqua, presidente dell’Inps, spiega in una intervista, perchè “stiamo inviando ai lavoratori 20 milioni di lettere con il loro estratto conto previdenziale“. Infatti sono circa un milione i lavoratori (dipendenti e autonomi) che dal 2011, subiranno un rinvio dell’assegno dell’Inps: ciò è dovuto al nuovo sistema, definito “a scorrimento”, imposto dalla manovra, che determinerà un risparmio di 3 miliardi entro il 2013.
“Il senso di questa manovra sta proprio nella maggiore equità che viene introdotta con strumenti, come quello dello scorrimento, ma anche con l’inasprimento della lotta all’evasione contributiva e al fenomeno delle false invalidità. Per i lavoratori dipendenti coinvolti, l’assegno, sia di anzianità che di vecchiaia, arriverà 12 mesi dopo il raggiungimento dei requisiti, per gli autonomi, dopo 18 mesi. Insomma ora la nuova finestra viene in qualche modo personalizzata, il sistema sarà anche perequativo ma è stato pensato per poter determinare un rinvio del pensionamento più consistente rispetto al vecchio meccanismo. Un esempio? Il lavoratore dipendente che maturerà il requisito nel mese di giugno 2011, avrà la pensione con decorrenza luglio 2012, mentre con il vecchio sistema sarebbe andato in pensione nel gennaio 2012, cioè sei mesi prima”. Questo meccanismo è stato rinominato “Lodo Mastrapasqua“, proprio dal suo nome. “Non servono altre riforme? Direi che sulle pensioni si è fatta la riforma strutturale più coraggiosa della manovra. Si tratta del miglior biglietto da visita per i mercati che devono valutare il nostro bilancio”. L’intervista si chiude con l’annoso problema dei falsi invalidi. “La situazione attuale è intollerabile: l’Inps vi ha già fatto fronte scovando molte situazioni irregolari. La nuova norma mi pare efficace perché introduce meccanismi di trasparenza e tempi certi, ma sono pronto a recepire suggerimenti sulla sua attuazione”.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*