Pres. Istat: “Nelle ultime settimane sono emersi segnali positivi”

Prova a guardare il bicchiere mezzo pieno il presidente dell’Istat, Enrico Giovannini, in audizione al Parlamento, durante un dibattito relativo alla Legge di Stabilità. “Dalla congiuntura emergevano alcuni primi, seppur timidi, segnali positivi che sono emersi anche nelle ultime settimane” esordisce Giovannini, che poi ha criticato le parole del ministro Grilli, in merito alla legge di stabilità. “Il decreto avrà effetti positivi per il 99% dei nostri contribuenti, favorendo le fasce di reddito più basse” spiegava il ministro dell’Economia, Vittorio Grilli. Diverso il parere di Giovannini: “dal lato delle famiglie permangono segnali di sofferenza. Segnali di sofferenza permangono dal lato delle famiglie: nel secondo trimestre il loro potere d’acquisto si è ridotto dell’1,6% rispetto al trimestre precedente”, critica il presidente dell’Istat. Giovannini ha poi parlato in termini più pratici del risparmio delle famiglie italiane, risparmio possibile grazie alle detrazioni Irpef. “Le famiglie con figli, in particolare se minori, risultano avere benefici inferiori rispetto alla media del quintile di appartenenza. La riduzione d’imposta media per famiglia, inclusiva di quella relativa alle addizionali regionali e comunali, è pari a circa 240 euro”, spiega Giovannini, che poi puntualizza: per una valutazione più completa e puntuale, bisognerà attendere l’arrivo della deduzione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*