Prezzo oro oggi 03 Gennaio: asset sulle montagne russe

Forti oscillazioni per la quotazione del metallo giallo nella seduta odierna di mercato. Prezzo oro attualmente a 1.151,15, quasi in parità con l’apertura. In mattinata, il bene prezioso ha raggiunto prima il massimo di 1.159,25, scendendo poi vertiginosamente al minimo odierno di 1.146,5. Ora nuovo tentativo di risalita. Ma il biglietto verde sempre forte impedisce al metallo giallo di spingersi al rialzo in maniera decisa. Indicatori tecnici segnalano l’acquisto per il brevissimo termine e la vendita a 60 minuti e sul mensile. Incertezza sulle altre transazioni brevi e sul giornaliero.

Prezzo oro oggi 03 Gennaio asset sulle montagne russe

Prezzo Oro: la quotazione inizia bene il 2017

Nel complesso, l’oro viaggia in positivo nella prima seduta di scambi del 2017. Il limite, tuttavia, sta nelle previsioni future che rimangono negative.

Infatti, il sentiment degli investitori rimane alto per la crescita dell’economia USA, per la nuova amministrazione Trump e per la politica monetaria della Federal Reserve.

Il dollaro è già stato insignito del titolo di super valuta per l’anno appena cominciato. L’apprezzamento odierno sembra confermare questa previsione. Tuttavia, secondo gli esperti, anche la sterlina farà registrare delle buone performances. Il tutto a discapito di una moneta unica che appare sempre più debole.

Ad ogni modo, a partire dalla seconda metà dell’anno, diversi eventi politici ed economici, su scala globale, potrebbero generare situazioni di forte caos sui mercati. E da bene rifugio per eccellenza il metallo giallo potrebbe recuperare almeno gran parte di quanto perso a partire dall’esito delle elezioni statunitensi.

Nel frattempo, salgono di 7,3 centesimi i future dell’argento con consegna a marzo. In salita anche il Platino e il Palladio.

Grazie all’aumento dell’attività industriale cinese, viaggia in rialzo anche il Rame. La Cina è infatti il principale consumatore di Rame a livello globale. Con una richiesta della materia prima che, nel 2016, ha toccato il 45% della domanda complessiva.

FED: prima settimana dell’anno cruciale

Attesi per mercoledì i verbali del FOMC, relativi alla riunione di Dicembre. Venerdì verranno invece pubblicati i dati sull’occupazione USA. Se l’economia statunitense farà registrare un ulteriore rafforzamento, i rialzi sui tassi promessi per il 2017 potrebbero già essere confermati.

Intanto, per oggi, sono attesi i dati USA sul settore manifatturiero e sulle spese per le costruzioni. Domani, oltre ai verbali del FOMC, saranno pubblicati anche i reports sull’inflazione europea e sulle scorte globali di greggio. Per giovedì si attende il riscontro sulle richieste di disoccupazione USA.

Prezzo Oro che dunque, assieme al dollaro, parte subito da protagonista.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*