Prezzo Oro oggi 07 Ottobre: cambio di rotta

Decisa inversione per il prezzo oro nella seduta odierna di mercato, a seguito dei dati sull’occupazione USA. Gli investitori sono stati incerti tutta la mattinata. Poco dopo le ore 14:00, sono stati pubblicati i dati relativi alla creazione di posti di lavoro negli Stati Uniti. Risultati al di sotto delle attese che hanno allontanato le speranze di un intervento di FED sui rialzi dei tassi di interesse. Metallo giallo che dunque inverte la rotta, quotato attualmente a 1.265,00, con un rialzo dello 0,96%.

Prezzo Oro oggi 07 Ottobre cambio di rotta

Prezzo Oro: delude il lavoro negli Stati Uniti

Sono 156.000 i posti di lavoro creati dall’economia americana nel mese di Settembre. Se ne attendevano circa 172.000. Ad Agosto il rialzo era stato di 167.000 unità, e i mercati rimangono delusi dalla pubblicazione.  Dollaro subito in calo, con il metallo giallo che può invertire la tendenza negativa degli ultimi giorni.

Dunque, dati USA più deboli del previsto, con il tasso di disoccupazione che rimane inaspettatamente stabile al 5%. Sale il salario medio, con la paga oraria in aumento dello 0,2% su base mensile.

Subito dopo il rilascio dei suddetti dati, il biglietto verde ha perso qualche punto percentuale rispetto alle principali valute rivali. Per la correlazione tra l’andamento del dollaro e quello dell’oro, il metallo giallo inverte il trend e torna in positivo.

A questo punto, si allontana l’ipotesi di una imminente mossa di FED per il rialzo dei tassi di interesse. Ecco dunque che il metallo giallo riprende la sua corsa verso un ultimo trimestre in salita. Attualmente gli investitori puntano l’acquisto nel breve e nel lungo periodo. La vendita permane per le operazioni a medio termine.

Metalli preziosi: le previsioni di Goldman Sachs

La Banca d’affari newyorkese torna a parlare degli investimenti sull’oro. Durante la settimana, il metallo giallo ha perso il 5% del suo valore.

La discesa è stata determinata soprattutto dalle attese su una imminente possibilità del rialzo dei tassi di interesse USA.

Nonostante i dati sull’occupazione appena pubblicati, Goldman Sachs prevede comunque che il rialzo avverrà, probabilmente a Dicembre.

Di conseguenza, l’istituto vede opportunità di acquisto, soprattutto se il prezzo oro dovesse scendere sotto 1.250 dollari.

Nel mentre, però, il dollaro ha sostanzialmente azzerato i guadagni dei giorni scorsi sulle principali valute rivali. Il dibattito di Domenica tra Hillary Clinton e Donald Trump potrebbe, ad ogni modo, aprire nuovi scenari.

In questo venerdì sembra comunque certo che non vi saranno novità da parte di FED.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*