Prezzo Oro oggi 08 Dicembre: sale il metallo giallo

Sale nella mattinata la quotazione del metallo giallo. Prezzo oro a 1.178,10, dopo il minimo di ieri di 1.168,65. Indicatori tecnici incerti, ma il rendiconto di 1 anno è intanto risalito al 9,36%. La resistenza da rompere è fissata a 1.189,95 dollari, ma gli analisti prevedono piuttosto la rottura del supporto di 1.157,00, entro fine anno. A condizionare la quotazione sempre FED e il biglietto verde. Tuttavia, nella seduta odierna, le incertezze sul petrolio hanno spinto al recupero il bene prezioso. Salgono anche Argento e Rame.

Prezzo Oro oggi 08 Dicembre sale il metallo giallo

Prezzo Oro: il metallo giallo non è più bene rifugio?

Ciò che è accaduto nell’ultimo mese di mercato ha sorpreso quasi tutti gli analisti. La vittoria di Donald Trump e del fronte del NO al referendum costituzionale italiano avrebbe dovuto creare quel “tipico” caos sui mercati che spinge gli investitori a rifugiarsi in alcuni beni specifici. L’oro è sempre stato il primo tra questi.

Invece, la quotazione sembra essere stata letteralmente abbandonata dagli operatori. Tanto che molti sono già pronti ad affermare che l’era dell’oro come bene rifugio sia terminata.

In realtà, analizzando l’andamento delle Borse e gli eventi del periodo, vi sono diversi fattori contingenti che hanno determinato questa situazione.

Innanzitutto, le ottime prestazioni del Dollaro. Il biglietto verde e il metallo giallo si muovono, storicamente, in controtendenza. L’economia statunitense non ha arrestato la propria crescita. Anzi, l’elezione di Trump ha aumentato le aspettative di una più celere e consistente ripresa.

In un certo senso, lo stesso discorso vale per il referendum italiano. Le dimissioni di Renzi lasciano sperare in un nuovo Governo che meglio si destreggi tra i dettami europei. Tuttavia, ciò andrebbe a discapito della forza dell’Eurogruppo.

La Federal Reserve è pronta a rialzare i tassi USA. Crolla invece il mercato dell’Oro in India. Infine, l’accordo dei membri Opec per riportare il prezzo del greggio al rialzo sembra aver trasformato il petrolio nella materia prima più appetibile.

Dunque, il metallo giallo si trova stretto tra più situazioni sfavorevoli. E guardandola da quest’ottica, il crollo è stato anche poco vistoso.

Investimenti: previsioni per il metallo giallo

La quotazione del bene prezioso, seppur in lieve rialzo nella giornata odierna, rimane al di sotto delle medie mobili a 50 e 200 periodi. Ciò significa che, finché il prezzo oro si manterrà su questi livelli, il trend al ribasso è destinato a proseguire.

Come detto, a portare l’asset ad un nuovo calo sarà, molto probabilmente, l’annuncio del rialzo dei tassi USA. La FED si riunisce il 13 e il 14 Dicembre.

Gli analisti, però, continuano a credere che nella seconda metà del 2017 la quotazione possa subire una nuova impennata al rialzo.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*