Prezzo Oro oggi 08 Febbraio: metallo giallo ai massimi di 3 mesi

Impennata del bene prezioso nella seduta odierna di mercato. L’asset si avvicina al massimo di tre mesi. Prezzo Oro attualmente a 1.243,45, in rialzo dello 0,63%. Oltre 7 i punti guadagnati dalla quotazione. Rendiconto di 1 anno al 2,94%. Il metallo giallo si è mosso, in queste ore, tra il minimo e il massimo di giornata rispettivamente di 1.231,5 e 1.246,45. Gli indicatori tecnici segnalano l’acquisto per il breve e medio termine. Mantenendosi neutrali per il lungo periodo. I timori per i rischi politici in Europa e nel mondo supportano la quotazione.

Prezzo Oro oggi 08 Febbraio metallo giallo ai massimi di 3 mesi

Prezzo Oro: Trump, Cina e il mercato delle materie prime

Come ormai è noto a tutti, il neo Presidente USA, Donald Trump, sbandiera il suo protezionismo ai quattro venti. E si comporta di conseguenza. Con scelte discutibili, ma coerenti con quanto promesso in campagna elettorale.

Probabilmente, a breve, la Casa Bianca potrebbe applicare alle importazioni sui prodotti cinesi una tassa del 45%. Si prevede anche la cancellazione degli accordi sul clima, la fine del patto TTP, e una nuova collaborazione economica tra USA e Gran Bretagna.

Fino all’insediamento del tycoon, gli Stati Uniti sono stati il simbolo della globalizzazione nel mondo. Ora è chiaro che, una politica protezionistica, porterà l’assenza dell’America a stelle e strisce in diversi ambiti. E qualcuno dovrà pur rimpiazzarla.

La Cina, paradossalmente, non aspetta altro. E gli analisti sembrano concordi nell’affermare che, entro il 2030, sarà proprio la potenza asiatica a dominare la scena economica globale. Washington riuscirà a mantenere il secondo posto, con l’India a seguire.

Tra le righe, una condizione come quella che stiamo vivendo attualmente, potrebbe essere letta come un’opportunità incredibile per la Cina. E, dunque, la guerra economica annunciata dal magnate newyorkese ha più probabilità di finire in disfatta, per gli USA, piuttosto che trasformarsi in un grande successo.

Ne deriva che, sul lungo termine, l’oro potrebbe accrescere sensibilmente il suo valore. Spinto al rialzo non solo da un dollaro più debole. Ma anche dalla richiesta maggiore proprio da parte della Cina, e dell’India.

Metallo giallo miglior investimento per chi non crede in Trump

Nel frattempo, secondo diversi esperti, il bene prezioso, entro la fine del 2017, salirà di almeno 6 punti. Il rischio politico innescato dall’amministrazione Trump e il caos in Europa, hanno aumentato notevolmente, in questi giorni, la richiesta per i beni rifugio.

Per chi crede che il programma del tycoon si trasformerà in un flop, le previsioni sul prezzo oro indicano l’asset del metallo giallo come il migliore investimento possibile. La quotazione potrebbe presto raggiungere di nuovo i 1300 dollari l’oncia. Spazzando via, sorprendentemente, tutto lo scetticismo di fine 2016.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*