Prezzo Oro oggi 17 Gennaio: asset sempre più su

Tocca i massimi di 8 settimane il metallo giallo, nella seduta odierna di mercato. L’attesa per il discorso di Theresa May spinge gli investitori a rifugiarsi sul bene prezioso. Prezzo Oro attualmente a 1.213,00, in rialzo dell’1,40%. Oltre 16 i punti guadagnati dalla quotazione. E il rendiconto di un anno si porta ora al 10,38%. Indicatori tecnici si mantengono neutrali sul brevissimo termine. Acquisto consigliato per le operazioni ad un’ora e sul giornaliero. La vendita rimane preferita sul mensile. Il metallo giallo rimane dunque saldamente al comando dei beni rifugio.

Prezzo Oro oggi 17 Gennaio asset sempre più su

Prezzo Oro: la spinta di Theresa May

La questione Brexit tiene banco in questa settimana di mercato. Caos alimentato anche dalle parole dei giorni scorsi di Donald Trump. Il tycoon si è detto pronto a stringere un patto commerciale con il Regno Unito. E ha elogiato la volontà di Londra di divorziare da Bruxelles.

Gli investitori sono stati assaliti dal timore di una Hard Brexit. Che sembra essere la prima scelta del Premier Britannico.

Le autorità inglesi hanno ieri sera pubblicato uno stralcio del discorso che la May pronuncerà a breve. Si evince la volontà della Gran Bretagna di staccarsi totalmente dall’Eurogruppo. E dunque anche di rinunciare al mercato unico. La soluzione individuata dal Governo sembra essere quella degli accordi bilaterali. Uno dei quali, probabilmente, con gli USA di Donald Trump.

La sterlina è schizzata ai minimi di ottobre. Salvo poi recuperare, in mattinata, grazie all’aumento dell’inflazione GB, sempre più vicina al target fissato dalla Bank of England.

Nel mercato delle Commodities, ieri sono emerse nuove incertezze per il greggio. L’aumento delle estrazioni USA ha riportato a galla i dubbi sull’efficacia del piano di tagli voluto dall’Opec. Tuttavia, la quotazione del petrolio è oggi stabile.

Borse: previsioni oro per oggi 17 gennaio

La quotazione del metallo giallo si è spinta oggi fino al massimo di 1.218,75. E’ stata dunque rotta la resistenza a 1.215. Secondo gli analisti, ciò potrebbe significare un ulteriore rialzo, fino alla soglia di 1.230.

Nel complesso, gli esperti si attendono una giornata caratterizzata da forte volatilità. L’asset potrebbe ritracciare qualora il dollaro si apprezzasse nuovamente.

Alcuni schemi grafici, tuttavia, segnalano con circa il 40% di possibilità una inversione ribassista. Un chiaro segnale in questo senso sarebbe una nuova discesa oltre il livello 1.200 dollari.

Prezzo oro dunque grande protagonista di questa prima parte del 2017. Ma le previsioni, seppur lievemente riviste, rimangono ancora negative per il lungo termine. L’asset potrebbe perdere definitivamente quota dopo l’insediamento di Trump alla Casa Bianca e, successivamente, una volta avviati i negoziati Brexit.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*