Prezzo oro oggi 17 Novembre: FED pronta al rialzo

Parte in salita il metallo giallo, nella seduta odierna di mercato. In mattinata, mentre gli investitori attendevano l’intervento di Janet Yellen, il prezzo oro ha toccato il massimo di giornata di 1.231. Poi la quotazione ha iniziato ha ritracciare fino al minimo di 1.222. Nel frattempo, la numero uno della Federal Reserve ha ribadito che il rialzo dei tassi accadrà a breve, ma solo se i dati macro continueranno a mostrare progressi. Dopo le dichiarazioni della Yellen, dollaro lievemente in calo e metallo giallo che oscilla tra il minimo di giornata e il valore 1.224.

Prezzo oro oggi 17 Novembre FED pronta al rialzo

Prezzo oro: le parole di Janet Yellen

La presidente della Federal Reserve, parlando alla commissione congiunta economica del Congresso, ha affermato che il possibile rialzo dei tassi di interesse USA è strettamente collegato ai dati macroeconomici. Considerati gli ultimi reports, la situazione porterebbe a pensare che, dunque, l’aumento del costo del denaro potrà arrivare presto.

La Yellen ha voluto comunque specificare che nonostante i segnali positivi, i dati USA possono e devono migliorare. Soprattutto per ciò che concerne il mercato del lavoro.

Rimangono comunque alte le probabilità di una stretta già a partire dalla prossima riunione FED. Pervesita per il 13 e il 14 Dicembre.

Nel complesso, né Draghi né Yellen hanno scosso i mercati, nonostante l’attesa per gli interventi dei due capi delle banche centrali europea e statunitense.

L’inflazione sale da ambo le parti, ma secondo gli istituti ancora troppo timidamente.

Nel frattempo, lo spread Btp/Bund si allarga, toccando quota 182,392 punti base.

Nel testo presentato alla Commissione Economica del Congresso, Janet Yellen non menziona il programma del nuovo Presidente USA Donald Trump.

FED: l’attesa non è ancora finita

Dunque il rialzo ci sarà, ma ancora non si sa quando. Tuttavia, la numero uno di FED ha ribadito i rischi di un’attesa prolungata:

Se FOMC rimandasse l’aumento del tasso dei fondi federali per troppo tempo, si potrebbe finire per dover normalizzare la politica in modo relativamente brusco per permettere all’economia di superare in modo significativo i target di lungo periodo della commissione”.

La Yellen ha aggiunto inoltre che, mantenendo i livelli attuali, si rischia di minare la stabilità finanziaria.

Nel frattempo arrivano anche i dati sulle costruzioni USA, schizzate al 25%. Mentre il numero delle concessioni edilizie è salito dello 0,3%.

Biglietto verde e prezzo oro attendono l’impatto di queste notizie. Il metallo giallo non sembra cedere, per il momento.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*