Prezzo Oro oggi 18 Ottobre: metallo giallo in salita

Si interrompe il trend negativo per il bene prezioso nella seduta odierna di mercato. Prezzo Oro attualmente a 1.261,65 in rialzo dello 0,40%. Complice dell’inversione il dollaro debole, in attesa dei dati USA sull’inflazione. Borse europee rimbalzano grazie alle Commodities. Gli Hedge Funds ribaltano le loro posizioni. Ora gli investitori puntano all’acquisto per le negoziazioni a 60 minuti e per la lunga scadenza. Breve e medio termine fermi sulla vendita dell’asset.

Prezzo Oro oggi 18 Ottobre metallo giallo in salita

Prezzo Oro: un Martedì di respiro

Boccata d’ossigeno per l’asset del metallo giallo nella seduta odierna. Dopo due settimane al ribasso su valori minimi record, la quotazione del bene prezioso riprende il trend positivo che aveva caratterizzato gran parte del 2016.

Il dollaro questa mattina si presenta debole. In attesa dei dati USA sull’inflazione la divisa statunitense si è staccata dai massimi del periodo.

Anche l’indice del Dollaro USA, che replica l’andamento della valuta americana, ha fatto registrare un calo dello 0,15%.

I dati che dovrebbero essere pubblicati nel pomeriggio daranno importanti indicazioni sulla forza dell’economia a stelle e strisce. Il momento è cruciale per capire se ci sono i margini per un rialzo dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve. Le possibilità che ciò avvenga entro fine anno rimangono alte, ma in calo.

Un aumento dell’inflazione potrebbe certamente incoraggiare Janet Yellen a prendere l’attesa decisione.

Il metallo giallo risente particolarmente della questione del rialzo dei tassi. L’odierna salita della quotazione mostra però un forte scetticismo da parte degli investitori.

Nel frattempo si diffonde la notizia che anche a Singapore il prezzo del metallo potrebbe essere fissato una volta al giorno. L’obiettivo è quello di portare l’Asia ad avere un ruolo significativo sul mercato dell’asset.

Altro obiettivo è quello di ridurre la volatilità dei prezzi. Inoltre, Singapore si trova molto vicina a Cina e India che sono i due principiali importatori di oro a livello globale.

Investimenti: la situazione delle Commodities

In forte rialzo il gas naturale. Segue il Petrolio, seppur con diverse oscillazioni. Il grano guadagna invece il 6,65%. Grazie all’ultima pubblicazione delle minutes del FOMC il prezzo oro recupera qualche punto percentuale. Il report ha rivelato una spaccatura in merito alla questione del rialzo dei tassi di interesse a Dicembre.

Ancora in calo invece il Rame. Il taglio delle importazioni cinesi ha portato ad un ribasso del 2,45%. La domanda globale continua dunque la sua fase di stagnazione.

Ad ogni modo, le Commodities riprendono un po’ di smalto dopo le difficoltà delle scorse settimane.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*