Prezzo Oro oggi 22 Novembre: metallo giallo ancora su

Sale il bene prezioso per la seconda seduta consecutiva e l’asset si stacca dai minimi dell’ultima settimana. Prezzo oro attualmente a 1.218,05, in rialzo dello 0,68%. Sono circa 8 i punti percentuali guadagnati negli ultimi due giorni, dopo i minimi toccati venerdì. Gli analisti prevedono tuttavia incertezza per il breve e medio periodo. Le possibilità di un rialzo dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve a Dicembre sono ormai salite al 100%. Il dollaro potrebbe dunque rafforzarsi ancora e pesare sulla performance del metallo giallo.

Prezzo Oro oggi 22 Novembre metallo giallo ancora su

Prezzo Oro: le attese per il futuro

Diversi analisti stanno valutando la condizione della quotazione del metallo giallo attraverso la legge della vibrazione di Gann. Si tratta di una teoria che predilige un approccio qualitativo ai mercati, piuttosto che quantitativo. In questo modo, si vanno a determinare dei prezzi obiettivo.

Per quanto riguarda l’oro, seguendo la suddetta teoria, è possibile che la quotazione tocchi la soglia di 0,824 dollari l’oncia nei primi mesi del 2019. Qualora poi il trend continuasse a muoversi al ribasso, confermando la discesa su base trimestrale, non è escluso che l’asset potrà crollare fino a 500 dollari.

Al di là delle proiezioni a lungo termine, c’è grande interesse, chiaramente, per ciò che accadrà da qui alla fine del 2016.

E’ probabile che la quotazione continuerà a subire diverse oscillazioni, e si muoverà tra il massimo di 1.269 e il minimo di 1.110.

La variazione più significativa sarà certamente legata a quanto verrà deciso dalla Federal Reserve nella prossima riunione del 13 e 14 dicembre.

Dollaro: che cosa accadrà?

Come accade da sempre, l’andamento del biglietto verde si ripercuote su quello del metallo giallo. Storicamente, se l’uno cresce, l’altro si muove al ribasso.

Prima delle elezioni presidenziali USA, la divisa statunitense, nel caos generale, era forse uno dei pochi punti fermi del mercato. Infatti, anche con la vittoria di Trump, la valuta si è rafforzata. Tuttavia in modo piuttosto vistoso, tanto da far pensare ad un trend poco duraturo.

I mercati globali, in questa fine del 2016, si mostrano estremamente emotivi.

Ciò significa che per il biglietto verde non è scontato un cammino deciso al rialzo fino a fine anno. Di conseguenza, anche il prezzo oro potrebbe riservare diverse sorprese.

Attualmente, analizzando i grafici, la coppia EUR/USD appare decisamente in ipervenduto. Ciò significa che, seppur senza alcuna certezza, ci si attende comunque un possibile ritracciamento del dollaro. E il metallo giallo potrebbe beneficiarne.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*