Prezzo Oro oggi 22 Ottobre: chiusura positiva

Si chiude positivamente la settimana di mercato del metallo giallo. Tuttavia, lieve ribasso sul finale dell’ultima seduta. L’economia USA in crescita supporta il rafforzamento del Dollaro e ciò ha frenato il nuovo rialzo del bene prezioso. Prezzo oro attualmente a 1.267,05, giù dello 0,04%. La domanda dalla Cina e dall’India e gli ETF hanno contribuito a riportare l’asset su buoni livelli, dopo il crollo delle precedenti settimane. Complessivamente, la settimana appena conclusasi ha fatto guadagnare al metallo giallo l’1%.

Prezzo Oro oggi 22 Ottobre chiusura positiva

Prezzo Oro: le osservazioni degli analisti

Commerzbank ha sottolineato l’importante contributo di Asia e India per riportare la quotazione della materia prima a buoni livelli.

Su base annua, Barclays osserva invece che i metalli in generale hanno trainato i mercati. Nonostante i risultati di Settembre. Nell’ultimo mese, gli scambi sui metalli avrebbero generato la somma di 1,7 miliardi di dollari. Contro i 3,9 miliardi della media mensile.

Sempre stando a quanto rilevato dalla banca britannica, l’attivo degli ETP sui metalli avrebbe raggiunto, complessivamente, i livelli più alti da Maggio 2013. A fine Settembre, il guadagno annuale è salito a 114,3 miliardi di dollari.

Diversi altri analisti sono convinti che l’oro possa tornare presto a 1.350 dollari. Tuttavia, non è escluso che, prima di arrivare al livello indicato, vi sia un forte calo fino a superare in discesa gli 1.200 dollari.

In una nota pubblicata da TDS Securities si legge che l’asset potrebbe nel breve termine essere influenzato dalla politica monetaria della Federal Reserve. Il rialzo dei tassi di interesse USA previsto per Dicembre potrebbe dunque essere la causa di un nuovo crollo. In seguito, tutto porta a pensare che il metallo giallo possa innalzarsi verso nuovi record.

Chiudono al ribasso anche l’Argento, il Rame, il Palladio e il Platino.

Trading online: analisi tecnica sulle Commodities

Le ultime sedute di mercato hanno mostrato come il metallo giallo stia tentando di invertire il trend ribassista. La resistenza a 1.265 si è infatti trasformata nel nuovo supporto.

L’Argento rimane invece più o meno stabile, ma le indicazioni grafiche fanno presupporre una imminente reazione.

Il Petrolio è attualmente in fase rialzista, pur oscillando continuamente intorno al valore dei 50 dollari al barile.

Nel complesso, per il prezzo oro si consiglia la vendita a breve termine e l’acquisto sul medio e lungo periodo. Considerati però i prossimi eventi politici ed economici, è difficile fare previsioni efficaci per l’asset.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*