Prezzo Oro oggi 29 Novembre: quotazione in calo

Nuovo forte calo per il metallo giallo nella seduta odierna di mercato. Il Dollaro in rafforzamento spinge al ribasso il Prezzo Oro, attualmente a 1.180,50. Vendita di massa da parte degli investitori. L’asset aveva aperto a 1.193, toccando il massimo di 1.194,5 prima di ritracciare. Traders concentrati su una serie di dati USA. Tra oggi e Venerdì verranno infatti pubblicati la seconda lettura della crescita del terzo trimestre e l’andamento del settore manifatturiero e del lavoro non agricolo. C’è fiducia su risultati positivi. Che spingerebbero ulteriormente Janet Yellen ad annunciare ufficialmente il rialzo dei tassi di interesse.

Prezzo Oro oggi 29 Novembre quotazione in calo

Prezzo Oro: assedio alle banche centrali mondiali

Non solo la Yellen, ma anche Draghi e Carney continuano a subire pressioni politiche ed economiche da governi e investitori.

Negli ultimi otto anni, ovvero a partire dal boom della crisi globale, gli istituti centrali hanno avuto sempre maggiori poteri. Non solo poteri però, ma anche responsabilità.

In tutti e tre i casi, ovvero sia per FED che per BCE e BoE, il treno dell’indipendenza sembra però giunto alla fine della corsa. Soprattutto per l’evidente fallimento delle politiche monetarie attuate.

I rischi minori li corre proprio la Yellen, il cui operato, nonostante i diversi problemi strutturali degli USA, ha portato comunque la nazione fuori dalla crisi. Tuttavia, l’elezione di Trump, acerrimo nemico della Federal Reserve, non promette scenari di collaborazione tra l’istituto e il governo.

Tale situazione, chiaramente, si ripercuote sui mercati. L’oro ne ha tratto vantaggio per buona parte dell’anno. Facendo da bene rifugio contro le continue incertezze della Yellen e colleghi.

L’anno potrebbe però chiudersi in crollo per la quotazione del metallo giallo. Entro venerdì la situazione sarà certamente più chiara. Ma la FED sembra davvero pronta al rialzo dei tassi. Il che porterebbe il bene prezioso a perdere il favore dei mercati.

Dati USA: proiezioni in tempo reale

L’economia USA è cresciuta più del previsto nel terzo trimestre del 2016. Pubblicata pochi minuti fa la rilettura del PIL a Settembre, ora attestatosi ad un +3,2%.

La lettura finale supera dunque le attese degli analisti, che avevano previsto un +2,9%. Questo è quanto emerge dal comunicato Dipartimento del Commercio americano.

Le spese personali reali sono aumentate del 2,8% contro una prima lettura di 2,1%. Si tratta dell’incremento più forte dal 2002. Ora mancano solo un paio di tasselli per completare il puzzle del rialzo dei tassi.

Prezzo Oro che dunque chiuderà la seduta, con altissime probabilità, ancora al ribasso.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*