Quotazione Apple oggi 04 Novembre: Golia diventa Davide

Ancora una giornata preoccupante per il titolo AAPL. Quotazione Apple in sensibile ribasso, attualmente a 109,83, giù dell’1,07%. Il generale nervosismo dei mercati sta pesando su tutte le Borse mondiali, ma il prezzo del titolo di Cupertino sembra risentirne particolarmente. Solo due settimane fa l’azienda era andata oltre i massimi degli ultimi sei mesi. Il calo del fatturato e il mercato cinese restio ai nuovi melafonini sembrar aver gettato la mela morsicata nel baratro. Tuttavia, anche quest’oggi gli analisti si dicono fiduciosi per il futuro del gigante californiano.

Quotazione Apple oggi 04 Novembre Golia diventa Davide

Quotazione Apple: Cupertino ricava ancora oltre il 100% dei profitti

L’azienda guidata da Tim Cook sembra vivere il paradosso più assurto di queste incredibili giornate di Borsa. Il titolo va giù senza freni. Eppure, Apple ha ottenuto ricavi pari al 103,6% dai suoi dispositivi. E non è certo la prima volta. Oltretutto, si tratta di un risultato di gran lunga superiore a quanto ottenuto dalle dirette concorrenti, Samsung in primis.

Tuttavia, occorre fare un’importantissima precisione. Un conto sono i ricavi e un conto le vendite. Le statistiche dicono infatti che, a livello di vendite, Samsung rimane al primo posto, nonostante il disastro del Galaxy Note 7.

Per quanto riguarda le quote di mercato, invece, Apple da sola ottiene il 104% di profitti di tutto il comparto smartphone.

Non è detto dunque che vendite e ricavi vadano sempre di pari passo. Nello stesso periodo del 2015, infatti, Apple aveva venduto l’1,5% di iPhone in più, con un ricavo compreso però tra il 90 e il 94%. Oltre 10 punti percentuali in meno rispetto al terzo trimestre 2016.

I risultati della mela morsicata sono chiaramente dovuti anche ai concorrenti che operano in perdita. Come HTC e LG. Il merito di Tim Cook e colleghi è ancora quello di tenersi fuori dalla lotta per i dispositivi di fascia bassa. Il melafonino rimane uno smartphone Top, e in questo comparto Apple non ha rivali.

MacBook: è boom del mercato dei ricondizionati

Nel frattempo, per molti consumatori, i prodotti di Cupertino rimangono inaccessibili. Per questioni di prezzo. Ecco perché negli ultimi mesi i dispositivi ricondizionati stanno avendo un buon successo.

In particolare, fanno gola i modelli MacBook di ultima generazione, acquistabili ad una cifra di circa 1000 euro, sfruttando proprio la scelta del ricondizionato. Tra tutti, il più gettonato è il MacBook da 12 pollici, lanciato soltanto ad aprile.

Quotazione Apple dunque alle prese con una tempesta che non sembra solo di passaggio. La prossima settimana, considerato il calendario economico e gli eventi in programma, sarà sicuramente rivelatrice della vera entità del crollo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*