Rai, aumenta il canone: +1.50 euro rispetto al 2012

RAI1Puntuale come ogni anno, arriva la comunicazione del ministero dello Sviluppo Economico relativa al Canone Rai. La tassa annuale sul possesso di un apparecchio televisivo è aumentata: infatti, con un decreto del ministero dello Sviluppo Economico, è stato stabilito che il canone aumenterà di 1.50 euro rispetto a quanto pagato nel 2012, per un totale di 113.50 euro. Il sito Rai spiega le modalità di pagamento del canone:
– soluzione unica: unica rata annuale, da 113.50 euro, con scadenza il 31 gennaio.
– due rate semestrali: due rate da 57.92 euro, la prima con scadenza il 31 gennaio, la seconda con scadenza il 31 luglio,
– quattro rate trimestrali: quattro rate da 30.16 euro, con scadenze il 31 gennaio, 30 aprile, 31 luglio ed il 31 ottobre.
Nel conteggio totale, è compresa la tassa di concessione governativa l’ Iva al 4%, mentre non sono comprese le tasse di versamento postale o le commissioni per altre modalità di pagamento. Non sono soddisfatti i consumatori: Vincenzo Donvito, presidente Aduc contesta questa tassa. “E’ sintomatico che nel 2013 si debba ancora pagare l’imposta per il possesso di un apparecchio televisivo. Sintomatico di un sistema economico, fiscale e amministrativo basato su arroganza, falsità e corporazioni. Lo specchio di questo è lo spot pubblicitario che inonda i canali Rai in queste settimane: oltre ad essere stupido è anche un insulto all’intelligenza media di un qualsivoglia contribuente”.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*