Regno Unito, il ministro Osborne lancia l’allarme: “Rischiamo la recessione”

Continua il periodo negativo della Gran Bretagna: il paese potrebbe entrare in recessione molto presto, lo stesso ministro del Tesoro britannico ha confermato la notizia, spiegando che ci vorrà parecchio tempo per riportare il Regno Unito ad azzerare il deficit. “Se il resto d’Europa cade in recessione potrebbe essere difficile evitarne una qui in Gran Bretagna. Gran parte dell’Europa pare avviata verso una recessione causata da una cronica carenza di fiducia nella capacità dei singoli paesi della Ue di fare i conti con il proprio debito. Noi faremo tutto quello che è possibile per proteggere la Gran Bretagna da questa tempesta finanziaria, facendo nel contempo tutto il possibile per mettere le basi per una futura crescita” spiega George Osborne, il ministro del Tesoro britannico. Le previsioni di Osborne, annunciate un anno e mezzo fa, sullo sviluppo del Regno Unito erano sbagliate: lo stesso primo ministro ha fatto retromarcia in questi giorni, affermando che nel 2011 l’economia britannica crescerà dello 0.7%, ben lontana dal 2.5%, la quota annunciata diciotto mesi fa da Osborne. I dati hanno provocato grosso malcontento nell’opposizione, i laburisti chiedono un nuovo ministro del Tesoro, proponendo il “ministro ombra” dei laburisti, Ed Balls. “La Gran Bretagna deve in ogni caso cambiare corso e deve farlo in fretta, perché il piano scelto e seguito finora da Osborne si è rivelato errato” dichiara lo stesso Balls.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*