Ricapitalizzazione banche italiane: mancano quasi 15 miliardi di euro

E’ arrivata nei giorni scorsi, la conferma che molti aspettavano: l’EBA, l’Autorità di controllo bancaria europea, ha richiesto la ricapitalizzazione delle principali banche europee. La necessità di ricapitalizzare ha anche una scadenza: giugno 2012. La somma totale, secondo le prime stime, ammonta a 106.5 miliardi di euro per i 30 gruppi europei più importanti. Allargando la quota ai 70 gruppi bancari, la cifra sale a 160 miliardi di euro: una cifra molto importante ma al di sotto delle aspettative e delle stime effettuate nei giorni scorsi, una su tutte quella del Fondo Monetario Internazionale. Di base toccherà ai singoli azionisti privati aumentare il capitale del gruppo bancario, in caso di inadempienza però toccherà al fondo europeo Efsf. Per quanto riguarda l’Italia, la cifra che dovrà essere ricapitalizzata ammonta a poco meno di 15 miliardi di euro: Unicredit, Mps, Banco popolare, Ubi Banca dovranno infatti effettuare entro giugno 2012 una ricapitalizzazione totale di 14.77 miliardi di euro. Fra i paesi con una quota molto alta da ricapitalizzare, notiamo subito la Grecia e la Spagna: le banche greche dovranno coprire un buco di 30 miliardi, mentre gli istituti spagnoli dovranno ricapitalizzare per 26.1 miliardi di euro. Molto importante il termine: infatti la necessità imposta dall’EBA richiede una soluzione rapida, dato che la scadenza è stata posta entro giugno 2012.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*