Ripple: impennata positiva e nuovi guadagni

A partire dal 10 febbraio ad oggi, la criptovaluta Ripple sembra essersi ripresa il mercato. La coppia XRP/USD, durante l’ultima settimana, si è mossa da 0,7600 dollari a 1,13300, valore odierno. Un’impennata positiva che porta oltre il 10% di guadagni. La spinta più consistente al prezzo XRP è stata data dal colosso Western Union che ha palesato l’intenzione di volersi unire in partnership con il sistema Ripple. Rak Agraval, Chief Financial Officer della compagnia, ha dichiarato che Western Union sta valutando l’utilità della tecnologia Blockchain con i progetti attualmente in fase di test.

Ripple e Western Union: c’è forte ottimismo

Arrivano conferme anche dal quartier generale del protocollo open source:

Abbiamo testato diversi prodotti con Western Union, per un po’ di tempo. Siamo entusiasti del nostro lavoro verso un’implementazione pilota di xRapid, che utilizza XRP nei flussi di pagamento.

Un’ulteriore spinta è arrivata anche dalla Banca Centrale Europea (BCE). Che ha respinto i timori di un divieto di negoziazione, dopo giorni di incertezza. Il presidente Mario Draghi, rispondendo ad alcune domande su Twitter, ha ribadito che non è compito della sua istituzione regolare le criptovalute.

Ma non è tutto. A spingere la moneta digitale verso nuovi rialzi, anche l’accordo finanziario pilota con la Saudi Arabian Monetary Authority (SAMA). L’accordo consentirà alle banche saudite di utilizzare xCurrent per i pagamenti transfrontalieri. Con formazione aggiuntiva e supporto di programmi in atto.

Dal 6 febbraio, la criptovaluta ha recuperato oltre l’80% del suo valore. XRP è dunque il token più performante di questo inizio 2018. Lo stesso Brad Garlinghouse, CEO della cripto, si è detto fiducioso in merito a continui nuovi rialzi. Nonostante la forte volatilità che ancora caratterizza la tendenza della moneta.

Ciò significa che le previsioni future per gli investimenti Ripple sono piuttosto buone. E oggi è un buon momento per negoziare la moneta, ragionando a lungo termine.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*