Ripple XRP: prosegue il trend deludente

Se il 2017 è stato l’anno del boom delle criptovalute, il nuovo anno da poco iniziato non sembra, per il momento, altrettanto proficuo. Nel solo mese di Gennaio la criptovaluta Ripple ha subito un calo del 49,56%. Il 1° gennaio il valore della valuta si attestava a 2,39 USD, passando a 1,16 dollari statunitensi il giorno 31. E toccando un massimo di 3,84 nell’arco del mese. Trattandosi tuttavia di un prodotto chiave nel settore start-up, gli analisti sono fiduciosi nei confronti di un possibile netto recupero.

Ripple: ancora troppo presto per l’inversione

Attualmente, la criptovaluta Ripple si trova in una situazione simile al trend Bitcoin. Rotto il primo livello di riferimento a 0,861 dollari, le previsioni indicano una nuova tendenza al rialzo fino a 1,1311.

Attualmente, sembrerebbe ancora presto per dare per certa l’inversione del trend ribassista dell’ultimo periodo. Ma nel giro di pochi giorni potrebbe essere realmente possibile mettere la parola stop al declino della criptovaluta.

Da prediligere, in queste ore, le transazioni a breve termine. Poiché la discesa della criptovaluta si arresta vicino a minimi giornalieri.

La capitalizzazione di mercato di XRP rimane a 33 miliardi di dollari. E c’è da sottolineare che il recente crollo segue comunque a 12 mesi di crescita.

Ad influenzare la tendenza negativa generale delle criptovalute, le recenti dichiarazioni di Arun Jaitley, ministro delle finanze indiane, il quale ha affermato che:

Il governo non riconosce la criptovaluta come moneta legale e adotterà tutte le misure possibili per eliminare l’uso di questi beni nel finanziare attività illegittime o come parte del sistema dei pagamenti.

Le pesanti perdite della sessione asiatica e americana rappresentano, al momento, un’opportunità di acquisto con un rischio relativamente basso. Ecco perché gli investimenti sulla criptovaluta Ripple XRP sono da tenere in forte considerazione in questo secondo mese del 2018.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*