Salta lo sciopero nazionale dei trasporti di giovedì 21?

Era stato indetto nei giorni scorsi, uno sciopero del trasporto pubblico locale a livello nazionale, che riguardava trasporto urbano ed interurbano su gomma e il trasporto ferroviario. Lo sciopero è stato indetto a sostegno della vertenza per il nuovo CCNL della Mobilità ed era stato appoggiato da tutte le principali sigle sindacali, da Filt-Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti, Orsa Trasporti, Faisa e Fast.
L’astensione dal lavoro nel trasporto ferroviario sarà di 24 ore: partirà dalle 21 di giovedì 21 ottobre e terminerà alla stessa ora di venerdì 22 ottobre. Trenitalia ha già provveduto a comunicare che “alcuni treni potranno dunque essere oggetto di cancellazioni o limitazioni di percorso. I treni a media-lunga percorrenza saranno assicurati tutti i convogli elencati nell’apposita tabella A dei treni previsti in caso di sciopero nei giorni feriali e festivi, consultabile sull’orario ufficiale e sul sito web www.ferroviedellostato.it. Per quanto riguarda i treni regionali, saranno garantiti i servizi essenziali nelle fasce orarie a maggiore mobilità pendolare nei giorni feriali (6-9 e 18-21)”.
Lo sciopero del trasporto urbano ed interurbano su gomma ha modalità diverse da città a città, ma il servizio resta garantito nella fascia fino alle ore 8.30 e dalle 17 alle 20. Ma in queste ultime ore è arrivata la notizia che lo sciopero potrebbe essere sospeso: infatti il Ministro dei Trasporti avrebbe fornito delle rassicurazioni proprio sul nuovo contratto della Mobilità e dunque lo sciopero nelle prossime ore potrebbe venire definitivamente sospeso.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*