Come scegliere un buon broker forex

Se stai per iniziare una nuova avventura nel mondo del trading online, allora molto probabilmente avrai già sentito nominare il discorso relativo ai broker e forse lo hai anche affrontato cominciando un po’ a sondare il terreno. In effetti la questione del “quale broker scegliere” rimane sempre una gran bella incognita, soprattutto per chi è alle prime armi, per chi insomma si sta avventurando soltanto ora in questo mondo tanto impervio e fitto di insidie.

forex broker trading

Molto semplicemente, raggiunta questa fase della tua vita e della tue ambizioni personali, ti starai chiedendo: “Ma qual è il broker che più fa al caso mio?”.

Non esiste il “broker perfetto” – Sappi che la risposta a questa domanda non è molto facile come potresti pensare, perchè oramai sono tantissime le variabili che bisogna considerare per capire quale broker usare.

Per esempio, un sito X potrebbe proporti dei rendimenti a te vantaggiosi e quindi molto interessanti sotto il profilo del tornaconto economico, ma a discapito di ciò potrebbe metterti di fronte ad una possibilità di movimento molto ristretta perchè ti propina solo ed esclusivamente gli asset europei (quando magari a te interessa lavorare anche con asset giapponesi o americani). Un altro sito, il sito Y, potrebbe invece assicurarti un ampio margine di manovra sotto quest’ultimo punto di vista ma al tempo stesso non fornirti una grafica semplice e intuitiva, non offrirti un servizio di assistenza di cui invece senti di avere bisogno, e probabilmente non mettere a tua disposizione anche altre funzionalità che non consideri poi così secondarie.

Alla luce di ciò è evidente che non esiste un broker perfetto, un intermediario finanziario che faccia al caso di tutti, perchè prima di capire quale sia il servizio più consono bisogna prima di tutto conoscere le priorità del broker, e i limiti, i gusti e le esigenze dell’investitore. E sulla base di quello trovare il sito più adatto con cui fare trading.

Regolamentazione: quanto è importante? – C’è però un aspetto che deve essere considerato in ogni caso, indipendentemente cioè dalle varie differenze che possono esserci di trader in trader, e questo aspetto è quello della regolamentazione. E’ infatti importante, se non proprio fondamentale, che il broker al quale ti rivolgerai abbia una regolare licenza per operare nei mercati finanziari. Una licenza che per essere regolare deve essere stata rilasciata da un ente regolatore del settore, quale è ad esempio la Consob o il Cysec.

Ma perchè tutta questa importanza, perchè mai è consigliabile prediligere solo ed esclusivamente i broker che hanno una certificazione di questo tipo?

La risposta è semplice: perchè solo una licenza Consob o Cysec permettono a ciascun trader di identificare i broker che operano nella legalità e quelli che invece lo fanno al di fuori delle regole e della supervisione di determinati organismi. Questi due enti che abbiamo nominato non sono un qualcosa di fittizio, di lontano o di inutile, ma sono invece degli istituti fatti nascere proprio per tutelare te e la tua operatività nel campo della finanza ad alto rischio dal gioco fraudolento di alcuni furbetti di quartiere. Perchè quando ci sono in ballo tanti soldi è molto facile che finiscano con l’affacciarsi sulla scena delle realtà che di rassicurante non hanno proprio nulla.

Per cui scegliere un broker che abbia ricevuto questo genere di certificazione non vuol dire affatto fare un favore a noi, né significa fare il favore di questi stessi enti: abbracciare un broker regolamentato dalla Consob o dal Cysec vuol dire tutelare in prima linea te stesso, le tue ambizioni, i tuoi soldi, la trasparenza del tuo operato e quella di chi sta dall’altra parte.

Cercare il miglior broker – Per cercare il broker più adatto al tuo caso, quindi, non devi far altro che rivolgerti ai tanti siti web che operano in questo settore e che, con delle utili tabelle comparative, ti permettono di conoscere un po’ i tratti fondamentali di ciascun servizio.

In questo modo potrai capire in maniera facile, veloce e intuitiva in cosa è più forte il broker X, in cosa lo è il broker Y e in cosa magari lo sono i broker A, B e C; ma sempre grazie alle tabelle in questione puoi naturalmente capire anche i punti di debolezza di ciascun servizio e di farlo nell’immediato, senza cioè dover andare a vedere tu stesso i tratti di forza e di negatività di ogni sito web! Le tabelle comparative sono state inventate e si sono diffuse proprio per fare un favore agli aspiranti trader che, consci del fatto che in rete esistano decine e decine di broker, potrebbero risultare un po’ confusi in quanto a miglior broker forex a cui rivolgersi!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*