Il 25 giugno ci sarà uno sciopero di ventiquattro ore nel settore del trasporto pubblico locale e ferroviario. All’inizio, lo sciopero era stato previsto per il giorno 28 maggio, ma poi è stato rinviato a seguito di un ordinanza della presidenza del consiglio. I sindacati hanno spiegato che lo sciopero è stato programmato poiché i negoziati per il nuovo contratto mobilità fino ad oggi non hanno portato a nulla di concreto.

La decisione della protesta sindacale è stata presa congiuntamente da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Uglitrasporti, Orsa Trasporti, Faisa, Fast.

RICEVI SUBITO L’ACCESSO 

EBOOK GRATUITO 

CORSI DI TRADING

SEGNALI DI TRADING GRATUITI 

TRADING CENTER

 

In generale si prospetta un giugno molto caldo dal punto di vista degli scioperi nei trasporti. Si inizierà infatti il 7 giugno con il settore aereo, con 4 ore di sciopero indetto da Sdl dalle 12 alle 16, per il personale addetto ai servizi di assistenza a terra.

Il giorno dopo, sciopero di 24 ore per i lavoratori del gruppo Tirrenia, a sostegno del passaggio verso la privatizzazione della compagnia. L’11 invece, sarà il trasporto pubblico locale ad incrociare le braccia. E poi, il 18 giugno, protesta ancora da parte del settore aereo, oltre 24 ore con diverse sigle sindacali coinvolte. Dunque un giugno molto caldo quello che sta per iniziare e che porterà molti disagi ai viaggiatori.