Scioperi, oggi e domani si fermano i trasporti

Il mese di novembre si chiuderà con una due giorni di sciopero dei trasporti. Un mese molto caldo sul tema dei lavori e degli scioperi, non poteva che chiudersi con una agitazione dei lavoratori del settore trasporti. La due giorni di agitazione è stata organizzata dalle principali sigle sindacali: si tratta di FILT-CGIL, FIT-CISL, UILTRASPORTI, UGL TRASPORTI, FAISA CISAL e O.S. CUB. Si comincerà oggi, giovedì 29 novembre, con lo sciopero dei mezzi locali: si fermeranno metropolitane, tram e autobus, urbani e interurbani. Per quello che riguarda gli orari, lo scioperò avrà tempistiche diverse per ogni città: l’agitazione è stata indetta dalle principale sigle sindacali, dunque è possibile che il livello di partecipazione sia molto alto. Ma ad incrociare le braccia non saranno solo i lavoratori dei trasporti su gomma: a partire dalle 21.00 di giovedì 29 novembre, si fermeranno anche i treni. Lo sciopero dei treni avrà una durata di 24 ore si concluderà venerdì 30 novembre alle ore 21: sono garantiti i servizi minimi, per maggiori informazioni è consigliabile consultare il sito di Trenitalia. Venerdì 30 novembre sarà poi una giornata di agitazione per i trasporti aerei e marittimi. L’intera giornata di venerdì 30 sarà caratterizzata da ritardi e voli cancellati, per lo sciopero di tutti gli addetti del settore aereo, aeroportuale ed indotto degli aeroporti: aderiscono allo sciopero anche i lavoratori di Alitalia-CAI. Per quello che riguarda il settore marittimo, ci sarà una giornata intera di sciopero venerdì 30 per quanto riguarda i collegamenti marittimi con le isole minori, navi e traghetti si fermeranno dalle 8.00 del 30 novembre alle 8.00 dell’1 dicembre.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*