Termini Imerese, ancora tutto fermo: Dr Motors cerca un nuovo partner

Non sembra esserci fine all’odisse dell’ex stabilimento Fiat di Termini Imerese. Il polo industriale siciliano, dopo la chiusura delle attività targate Fiat, si trova in una fase di stallo: negli scorsi mesi, era stato raggiunto un accordo con un imprenditore molisano, Massimo Di Risio, che aveva proposto un piano di rilancio per lo stabilimento di Termini Imerese. Un piano molto propositivo, che avrebbe permesso di riattivare la catena produttiva, dunque permettendo a numerosi operai di tornare a lavoro. Ma le difficoltà finanziare che hanno colpito Di Risio e la Dr Motors hanno messo a serio rischio l’operazione, che adesso stenta a decollare. Nelle scorse settimane, il ministro dello sviluppo economico Corrado Passera, aveva richiesto un dettagliato business plan, che tarda ad arrivare: Di Risio sta infatti cercando un nuovo socio per non far decadere l’opzione su Termini. Anche perchè il tempo passa e l’advisor Invitalia, che avrebbe dovuto occuparsi del passaggio di testimone di Termini Imerese da Fiat ad una nuova società, ha fatto già sapere che continuerà la ricerca, valutando soluzioni alternative. Il nuovo tavolo di confronto fra le parti, è stato convocato il 20 giugno presso il Ministero dello sviluppo economico: probabilmente sarà quella l’ultima occasione per acquisire lo stabilimento di Termini Imerese per Di Risio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*