Ticket sanitari, stop a nuovi ticket per il 2014?

ticket sanitarioIl ministro della Salute Lorenzin e il ministro dell’Economia Saccomanni sono al lavoro per una ipotesi molto interessante: l’abolizione dell’entrata in vigore di nuovi ticket sanitari per il 2014. Il valore di questi ticket ammonta a due miliardi di euro, una cifra sicuramente non sostenibile per i cittadini italiani: per questo il ministro Lorenzin ha già pronto un piano per rientrare del mancato incasso. Si utilizzeranno i risparmi di spesa del 2012 e del 2013, risparmi già indicati nel documento di programmazione economica. In questo modo non ci saranno perdite. Al momento però si tratta solo di una ipotesi, come spiega lo stesso ministro. “Niente annunci eclatanti. Prima vogliamo trovare soluzioni concrete. Fin dai primi giorni di lavoro abbiamo affrontare il nodo della spesa sanitaria nel suo complesso. Fondamentale è il Patto per la salute, con le Regioni. È chiaro che nel prossimo bilancio non potrà non essere rideterminato il livello del finanziamento del servizio sanitario” spiega il ministro Lorenzin. Un sistema sanitario troppo costoso, potrebbe spostare sempre più utenti verso le strutture private, che offrono tariffe sempre più convenienti, anche in rapporto ad un sistema sanitario pubblico sicuramente non competitivo. Sono sempre di più infatti i pazienti che si rivolgono a cliniche private: l’aumento dei ticket equipara le tariffe delle strutture private che, a differenza delle strutture pubbliche, non hanno liste d’attesa interminabili.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*