Trasporti, sciopero generale di 4 ore il primo marzo

Le tre principali sigle sindacali del mondo dei trasporti hanno proclamato uno sciopero generale di quattro ore per giovedì 1 marzo: Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti hanno inviato una comunicazione alla Commissione di Garanzia sullo sciopero, ai ministri del Lavoro e dei Trasporti ed al premier Mario Monti, per comunicare le modalità dello sciopero. “La mobilitazione e lo sciopero riguarderà tutte le attività del comparto, dal trasporto pubblico locale a quello ferroviario, dal trasporto aereo a quello marittimo e portuale. Stop anche all’autotrasporto, alla viabilità su strade e autostrade, alla navigazione sui laghi, all’autonoleggio, al soccorso stradale ed alle funivie” spiegano nella lettera le associazioni sindacali. Le gravi condizioni dei trasporti nel Paese sono la motivazione scatenante di questo sciopero, unito alla decisione del Governo di non investire nel settore dei trasporti, settore in ginocchio che avrebbe bisogno di decisi interventi. “È indispensabile una politica dei trasporti adeguata alle esigenze di sviluppo e soprattutto che siano corretti interventi sbagliati che aggravano i problemi per i cittadini, per la aziende e per i lavoratori” si legge nel comunicato congiunto di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti. Nei giorni precedenti allo sciopero, le tre organizzazioni sindacali dirameranno un comunicato per evidenziare le modalità dello sciopero nelle varie città italiane.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*