Tremonti assicura la Ue: “La nostra manovra è solida”

L’Unione Europea ha manifestato in queste ore la propria titubanza sul pacchetto di emendamenti presenti nella manovra economica che sta per essere definitivamente approvata dal Governo italiano. Onli Rehn, commissario per gli Affari economici e monetari dell’Unione Europea ha infatti spiegato che “la Commissione Ue ha fatto sapere di guardare con preoccupazione alla rilevanza data nella manovra alle misure anti-evasione. Un eccessivo affidamento, il cui impatto sui conti pubblici è difficile da quantificare”. Il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, ha voluto rassicurare la Commissione Europea. “La manovra è totalmente solida nei saldi di copertura – esordisce Tremonti – In Italia l’evasione fiscale e contributiva è enorme e il testo in discussione prevede un radicale cambiamento nella strategia di contrasto all’evasione fiscale. La manovra attualmente in discussione al Senato prevede un intervento di recupero da evasione pari a circa 700 milioni di euro nel 2012, pari a circa 1,6 miliardi nel 2013, incremento che sarà effetto di un radicale cambiamento nella strategia di contrasto all’evasione fiscale” si legge nella nota di Tremonti.
In ogni caso, supporto al Governo italiano arriva dalla Germania: Steffen Seibert, il portavoce della cancelliera Angela Merkel, in occasione di una conferenza stampa a Berlino, ha dichiarato che “il Governo Tedesco ha piena fiducia nel governo italiano e nel fatto che, anche con i recenti cambiamenti alla manovra, l’esecutivo approverà le misure necessarie a rispettare il risparmio previsto per arrivare agli effetti attesi sul bilancio pubblico”.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*