Tremonti e Juncker: “Gli e-bond per mettere fine alla crisi europea”

Il premier lussemburghese Jean-Claude Juncker, che attualmente presiede il consiglio dei ministri delle finanze europee, e il ministro dell’Economia d’Italia, Giulio Tremonti, hanno proposto un suggerimento per cercare di risollevare l’economia europea. “L’Europa deve dare una risposta forte e di sistema alla crisi, lanciando gli e-bond, le obbligazioni sovrane europee, attraverso un’Agenzia europea del debito (Eda)”. L’annuncio arriva direttamente dalle pagine del Financial Times, non è escluso che i due possano presentare tale proposta questo pomeriggio, davanti proprio all’EuroGruppo, ossia il consiglio dei ministri delle finanze europee, presieduto proprio dal lussemburghese Juncker. I due – proseguento l’intervista sul Financial Times – auspicano la creazione di una agenzia entro dicembre: “se l’Agenzia europea del debito verrà creata entro dicembre, avrà il compito di raggiungere gradualmente un ammontare di emissioni equivalente al 40% del prodotto interno lordo dell’Unione europea e di ciascun Stato membro”. Piu cauto il ministro economico tedesco, Wolfgang Schäuble, che sullo stesso quotidiano economico ha commentanto freddamente la proposto di Juncker e Tremonti, spiegando che prima dell’attivazione di un simile strumento, molte cose dovrebbero cambiare, a cominciare da alcuni trattati europei.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*