Tremonti: “Ecco la grande riforma strutturale per ridurre il debito”

Il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, è intervenuto al Seminario del Tesoro sulla valorizzazione del patrimonio pubblico. Le stime del ministero prevedono un piano di valorizzazione del patrimonio pubblico che permetterebbe allo Stato di risparmiare oltre 9.8 miliardi di euro l’anno, dal 2020. Dunque la strada da percorrere è sicuramente quella della cessione degli immobili pubblici, che permetterebbe un incasso pari a 25-30 miliardi di euro; ulteriore risparmio potrebbe arrivare dalla cessione dei diritti di emissione di CO2, che porterebbe nelle casse dello Stato circa 10 miliardi di euro. “Questo è il primo di una serie di incontri: oggi facciamo l’inventario del patrimonio, gli altri saranno più operativi” esordisce il ministro Tremonti. “Con oggi prende avvio una grande riforma strutturale per la riduzione del debito e per la modernizzazione e la crescita del Paese”. Parere positivo dalla possibile vendita degli immobili statali, anche dal sottosegretario Guido Crosetto. “Se questo paese ha debiti per oltre 1.900 miliardi, ha una cifra quasi pari di attivo che comprende immobili, partecipazioni, crediti e concessioni e di questo attivo una parte consistente è vendibile”.
Al seminario del Tesoro sulla valorizzazione del patrimonio pubblico erano presenti ministri, tecnici dello Stato e lo stato maggiore delle grandi società che usufruiscono della partecipazione statale, così come il gotha del settore privato immobiliare, del credito e delle imprese: tutti molto interessati dall’argomento principale di discussione.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*