Tremonti: “Finanziamo l’energia rinnovabile con gli Eurobond”

Gli ultimi accadimenti mondiali, hanno fatto molto riflettere: da un lato il sisma in Giappone ha chiaramente fatto passare l’entusiasmo per la possibile apertura di centrali nucleari in Italia, dall’altro però si contrappongono i conflitti del Nord Africa, che fanno innalzare il prezzo del petrolio. Serve dunque una energia alternativa ed una idea per finanziarla. Il ministro dell’economia, Giulio Tremonti, è intervenuto in questi giorni al Forum della Confcommercio a Cernobbio, proprio a tal proposito. “Secondo me questa situazione è una ragione in più per fare delle scelte, come finanziare con gli Eurobond forme di energie alternative”. Perchè la situazione giapponese ha portato tantissimi dubbi sulla stabilità del territorio italiano, da sempre una zona molto sismica. “E’ probabile che questo processo generi ulteriori effetti di instabilità finanziaria, anche a causa del ritiro dei capitali per la ricostruzione del Paese. Dopo il terremoto che ha colpito il Giappone, è abbastanza difficile che tutto proceda come prima. Quello che è successo in Giappone pone una questione fondamentale che è quella energetica. È più difficile che tutto continui come prima, è più facile una fase di riflessione e di calcolo”. Ma se da un lato Tremonti promuove la sua proposta, dall’altro scopriamo come siano stati ridotti gli incentivi per le energie rinnovabili, che hanno dato lavoro e una crescita industriale a molte aziende italiane. Anche la Cgil, intervenuta al Forum della Confcommercio a Cernobbio, chiede maggiore chiarezza al Governo, chiedendo il ripristino di questi incentivi e dunque il ricalcolo del sistema degli incentivi.

P‍ietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*