Tremonti: “I rischi di una crisi non risparmiano nessuno”

Giulio Tremonti, Ministro dell’Economia d’Italia, è intervenuto alla Camera per parlare della crisi economica-finanziaria della Grecia. “Nessuno è immune dai rischi perché passeggero con biglietto di prima classe; la crisi è sistemica e, quindi, la soluzione può essere solo comune e politica. Occorre guardare non solo al domani o al prossimo mese, ma al prossimo decennio, per assorbire la crisi e per organizzare il futuro.
Il nostro futuro
– prosegue Tremonti – non è un destino ma una scelta. La crisi greca può essere una discontinuità che può essere positiva e costruttiva per l’Europa. L’eurozona dovrà  imparare la lezione prendendo tutte le misure necessarie affinché una crisi di questo tipo non si ripeta. Sono queste le basi su cui dobbiamo e possiamo avere fermezza nel presente e fiducia nel futuro.
Il decreto legge che sarà approvato domani dal Consiglio dei ministri
– chiarisce il ministro – trattandosi di un prestito, non avrà effetti sul deficit ma sul debito, di cui però si terrà conto nettizzandolo nel quadro del patto di stabilità. La nostra quota nel pacchetto di sostegno è di 18,4% del totale europeo, pari inizialmente a circa 5,5 miliardi.
Il decreto aiuti ci consente di intervenire in modo flessibile, con emissioni a medio lungo termine e anticipazioni di tesoreria. Si avrà un differenziale positivo per l’Italia, tra il tasso applicato alla Grecia e il nostro costo della raccolta. Questo differenziale è previsto per rendere compatibile lo strumento con ipotesi interpretazioni costituzionali europee contrarie ai salvataggi.
I rimborsi in quota capitale da parte della Grecia, sono destinati al fondo per l’ammortamento dei titoli di stato mentre gli interessi all’entrata dello Stato. L’intervento finanziario internazionale
– conclude Tremonti –  è sostanzialmente mirato a mettere la Grecia temporaneamente fuori dal mercato finanziario e dai suoi rischi”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*