Ue, la Merkel chiede un commissario per i bilanci: Francia e Italia contro

Il Palazzo del Consiglio di Bruxelles ha accolto una riunione dei leader europei: per la Germania è stata l’occasione per presentare una proposta. La cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha infatti avanzato una nuova proposta: la Merkel ha chiesto l’introduzione di un super commissario economico, colui che dovrà controlli i bilanci dei paesi membri. Una forzatura secondo alcuni stati membri dell’UE, come Italia e Francia, che non hanno gradito questa proposta tedesca. “La Germania è favorevole che si accordi un effettivo diritto di ingerenza sui bilanci nazionali” ha dichiarato la Merkel, confermando come l’idea fosse già stata supportata dal Bundestag. Ma come già anticipato, l’idea non è stata gradita dalla Francia e dall’Italia: il presidente francese, Francois Hollande, è stato molto categorico: “l’oggetto della riunione non è l’unione di bilancio ma l’unione bancaria. Prima di discutere delle prossime tappe, dobbiamo chiudere l’unione bancaria” ha dichiarato Hollande. E anche Monti si è mostrato assolutamente contrario: “non paiono necessari a nessuno a questo punti nuovi meccanismi o super commissari. Il commissario per gli Affari Economici e Monetari ha già poteri speciali all’interno della Commissione” puntualizza il premier italiano Mario Monti. Buone notizie arrivano dal fronte dell’unione bancaria: dal 2013 inizierà ad essere operativo questo nuovo meccanismo, ma sarà attivo al 100% solo a partire dal 2014 e controllerà tutte le 6 mila banche dell’eurozona.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*