Ue, Olli Rehn: “Six Pack? Controlleremo anche in Regno Unito”

Entrerà in vigore oggi il pacchetto di misure approvate dall’Unione Europea nello scorso vertice di Bruxelles, che si è tenuto in Belgio nello scorso fine settimana. Le misure prese – denominate Six Pack – porteranno un cambiamento quasi radicale sul controllo dei bilanci degli stati membri dell’Ue. Un accordo storico quello raggiunto a Bruxelles, perchè non coinvolge tutti i paesi, ma esclude di fatto la Gran Bretagna, che si è rifiutata di firmare il patto. Dunque una spaccatura importante, che non dovrebbe comunque impedire all’Ue di porre sotto stretto controllo le attività finanziarie della City. In ogni caso, il commissario agli affari economici, Olli Rehn, si è detto dispiaciuto del rifiuto della Gran Bretagna. “Dispiace profondamente la decisione della Gran Bretagna di non aderire alla nuova unione di bilancio, non solo per il bene dell’Europa ma anche per quello dei britannici e del loro avvenire” spiega Rehn, che poi non perde tempo per pungere i britannici. “Se la mossa della Gran Bretagna voleva evitare che la City e i suoi servizi finanziari non venissero regolati, questo non succederà, perché abbiamo imparato la lezione dalla crisi e la applicheremo anche al settore finanziario” chiarisce il commissario agli affari economici dell’Unione Europea. Nonostante questa spaccatura, Olli Rehn conferma di non voler accantonare la Gran Bretagna, che dovrà restare al centro dei progetti futuri dell’Ue, così come tutti gli altri paesi.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*