Uil denuncia: “Ad ottobre è aumentata la cassa integrazione”

Catena-di-montaggioL’associazione sindacale Uil ha pubblicato un report mensile sull’andamento della cassa integrazione in Italia. Il mese di ottobre è stato uno dei peggiori degli ultimi anni, come conferma Guglielmo Loy, segretario generale Uil. “Ottobre è il secondo mese più cassaintegrato dall’inizio della crisi” commenta. Ed infatti i dati gli danno ragione: nel decimo mese dell’anno 2014, sono state autorizzate oltre 118 milioni di ore di cassa integrazione, dato in crescita del +13.2% rispetto a settembre. Aumentano, sempre rispetto al mese precedente, le ore di cassa in deroga, che crescono addirittura del +76.8%, mentre più contenuto l’aumento delle ore di cassa integrazione straordinaria, in crescita solo del +1.8%; in calo le ore di cassa integrazione ordinaria, che ad ottobre scendono del -7.5%.  “Nel 2014, mensilmente, la cassa integrazione sta contribuendo comunque a mantenere in vita 551 mila unità di lavoro delle quali circa 109 mila tutelate dalla cassa in deroga” spiega Loy, citando il dato delle 184.6 milioni di ore autorizzate. “Sono stati lasciati sul campo oltre un milione di posti di lavoro, si sono registrati 2 milioni di avviamenti al lavoro in meno e il quasi dimezzamento delle assunzioni stabili” conclude il segretario generale Uil. Analizzando dal punto di vista geografico la situazione della cassa integrazione in Italia, scopriamo come sia il Centro ad averne usufruito di più ad ottobre: +52.8% rispetto al mese di settembre. Più contenuti gli aumenti nel Nord (+1.4%) e al Sud (+10.7%), mentre resta il Nord la zona dove si fa più uso della cassa integrazioen, con 64.7 milioni di Cig.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*