Un’indagine SanPellegrino mostra le aspettative dei giovani per il lavoro

Una recente indagine commissionata dalla SanPellegrino ha evidenziato un cambiamento notevole nella mentalità dei giovani riguardo al lavoro. All’interno dell’indagine sono stati intervistati circa 10 mila studenti e neolaureati al fine di capire quali siano le aspettative che essi possiedono riguardo al mondo del lavoro e quale sia la mentalità che li orienta.

I risultati hanno incredibilmente ribaltato il mito del giovane eterno studente e poco interessato al lavoro: il 37% ha espresso la volontà di lavorare già subito dopo la laurea, ed il 24% si aspetta percorsi di crescita e formazione all’interno della futura azienda.

I giovani attuali desiderano molto di più mettersi subito alla prova direttamente sul campo anche in attività a tempo parziale, come si evince dalle numerose domande di “cerco lavoro part time” sottoscritte da giovani diplomati su siti dedicati al lavoro quali Kijij.it.

A questo proposito, il testo sulla Riforma del Lavoro firmato dal Ministro Fornero apre la strada ai giovani con la formalizzazione dell’apprendistato, inteso come attività che concilia lavoro e formazione con la giusta retribuzione e non più solo come attività individuata da stage gratuiti.

Alcuni intervistati per l’indagine SanPellegrino dichiarano poi di non aver problemi a trasferirsi all’estero anche solo per un periodo, a volte anche soltanto per un lavoro part-time: stiamo parlando però del 16%, una cifra che non avvicina quella di chi preferirebbe restare in Italia (27%). Insomma, pare che i giovani abbiano capito che è meglio giocare d’anticipo, sfruttando più possibile le molteplici esperienze che provengono da un mondo del lavoro sempre più competitivo perché i vantaggi, anche se spesso non immediati, saranno maggiori nei prossimi anni in seguito alla crisi economica.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*