Usa, Obama: “Abbiamo cambiato pagina”

Nel mese di marzo 2010,  l’occupazione negli Stati Uniti e’ aumentata di 162 mila unita, producendo il miglior risultato negli ultimi tre anni. Il dato sarebbe negativo, se si pensa che le attese erano per la creazione di 184 mila posti. Il tasso di disoccupazione e’ però rimasto invariato al 9,7%. I dati sono stati resi noti dal Dipartimento del Lavoro americano. Il presidente americano, Barack Obama ha commentato così i dati appena proposti.
La strada è ancora lunga per un ripresa dell’occupazione, ma abbiamo iniziato a cambiare pagina. Il governo può creare le condizioni per far si’ che le aziende abbiano successo e tornino ad assumere, creare infrastrutture. E questo è quello che abbiamo fatto. Il peggio della tempesta è passato, davanti abbiamo giorni più splendenti. Per gli Stati Uniti sono stati due anni difficili, abbiamo attraversato il periodo economico peggiore dalla Grande Depressione. Oggi però è un giorno incoraggiante: abbiamo appreso che l’economia ha creato un numero sostanziale di posti di lavoro invece che bruciarne un numero sostanziale. Abbiamo iniziato a voltare pagina – ha spiegato il presidente Usa – a vedere una luce in fondo al tunnel, il peggio della tempesta è passato ma c’è ancora del lavoro da fare per una ripresa del mercato del lavoro: arriviamo da lontano ma la strada e’ ancora lunga. Nel primo trimestre di quest’anno abbiamo creato in media 54.000 posti di lavoro al mese. E l’aumento di marzo è la migliore notizia che riceviamo negli ultimi due anni e più”. Dunque la recessione, l’emorragia americana, forse grazie all’ingresso di Barack Obama, si è fermata.

2 commenti

  1. Obama dopo l’incontro con il presidente francese Sarkozy, ha detto di volere una nuova risoluzione contro l’Iran ecco i particolari http://www.loccidentale.it/articolo/obama+si+sente+pronto+a+stingere+sull%27iran.+prima+che+sia+troppo+tardi.0088918

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*