Intervista Raggi: con Giannini a Ballarò, una prova di autorevolezza

Virginia Raggi Show: così si potrebbe definire la sua intervista avvenuta questa sera a Ballarò.

Un conduttore KO: così si potrebbe definire Giannini che non è riuscito ad affondare i colpi che voleva inferire alla candidata del Movimento 5 Stelle che ha vinto il primo round delle elezioni amministrative del città di Roma.

intervista raggi: giannini ballaro

Virginia Raggi: a Ballarò, un intervista decisa, autorevole e serena

La Raggi avrà esordito in modo tracotante, sbandierando la discrepanza di voti ottenuta al primo turno delle elezioni amministrative del comune di Roma, ma ha anche dimostrato di aver le idee chiare sul futuro di Roma qualora diventasse il futuro sindaco capitolino.

“Lavoriamo 12/14 ore al giorno e con passione” ha detto la Raggi e questo risultato è per noi importante.

Raggi: il PD Governa ma governa con il no!

Virginia Raggi durante l’intervista manifesta aspramente il “muro di gomma” che il PD innalza ad ogni proposta del Movimento 5 Stelle. “Non è normale che un partito dica no alla possibilità di avere più soldi per le politiche sociali e sulla scuola! E’ irragionevole” .

Giannini, in seguito, ha ricordato alla Raggi (quasi per rinsavirla) che, comunque il Movimento 5 Stelle sta governando al momento solamente 17 comuni su 8000 ma la risposta della stessa ha posto all’attenzione degli italiani che laddove il movimento dei grillini è presente i conti sono stati risanati. Pomezia, per la vincitrice del primo turno delle elezioni amministrative di Roma, ne è l’esempio eclatante in cui da un debito di 7 milioni di euro si è passati ad un attivo di 4 milioni di euro.

“Il disastro l’ha causato il PD in quasi tutte le città in cui abbiamo vinto dopo anni e anni di governo” ha affermato proseguendo nell’intervista l’esponente del Movimento 5 Stelle.

Rivolgendosi a tutti i cittadini e non a dei “meri elettori” la Raggi a Ballarò ha fatto comprendere quali sono le priorità da mettere in atto qualora il ballottaggio sarà a favore del Movimento 5 Stelle.

“Gli inceneritori li lasciamo al PD! Noi vogliamo ricostruire la filiera romana partendo dall’ammodernamento delle strutture di smaltimento alternativo già esistenti e abbandonati, una gestione sana del ciclo di rifiuti”. Questo è il problema primario di Roma per la Raggi. Gli interventi da effettuare sono tanti soprattutto per i “negozi di vicinato”; le piccole e medie imprese sono un altro punto da non tralasciare ha continuato ostinata.

Giannini però, ha inferto un colpo alla boxeur Raggi: “Il comune ha 13 miliardi di debito, dove li troverete i soldi per fare tutto ciò che promettete?”.

Anche qui la risposta della Raggi arriva immediatamente ed è molto diretta al problema: audit sul debito, indagini sulle responsabilità dello stesso e rinegoziazione sui tassi di interessi con le banche, tassi di interessi ormai obsoleti.

Raggi 1, Giannini 0. Questo è stato il risultato dell’incontro avvenuto stasera su RAI 3. La partita non è ancora terminata, i supplementari (o forse i rigori) avranno luogo giorno 19 giugno 2016, la data del ballottaggio per le amministrative della “capitale del mondo”.

Per chi si è perso il confronto, ecco l’intervista integrale trasmessa dalla Rai.

2 commenti

  1. solo 1-0 ?? io direi 10-0 ….

  2. eheheheheeh Sagge parole!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*