5 teorie economiche da premio Nobel che dovresti conoscere

Sveriges Riksbank Economics Memorial Award Alfred Nobel È stato premiato 52 volte da 86 vincitori che hanno studiato e testato dozzine di idee innovative. qui ha Cinque teorie economiche pluripremiate Avrai voglia di essere familiare. Queste sono idee che potresti sentire nei notiziari perché si applicano agli aspetti principali della nostra vita quotidiana.

1. Gestione delle risorse del pool pubblico
Nel 2009, Professore di Scienze Politiche presso l’Università dell’Indiana, Eleanor Ostrom, È diventata la prima donna a vincere un premio. È stata premiata “per la sua analisi della governance economica, in particolare dei beni comuni”. La ricerca di Ostrom mostra come i gruppi possono gestire collettivamente risorse pubbliche come l’approvvigionamento idrico, il pesce, le popolazioni di aragoste e i pascoli attraverso i diritti di proprietà collettiva. Ha mostrato la teoria popolare dell’ecologo Garrett Hardin “Tragedia dei beni comuni“Quando le persone condividono risorse comuni, questo non è l’unico risultato possibile, e nemmeno il risultato più probabile.

La teoria di Harding ritiene che le risorse pubbliche dovrebbero essere di proprietà o condivise dal governo privato Per evitare che le risorse si esauriscano a causa di un uso eccessivo. Ha detto che ogni singolo utente cercherà di ottenere il massimo beneficio personale dalle risorse, il che danneggerà gli utenti successivi.

Ostrom ha dimostrato che fintanto che le persone che utilizzano la risorsa sono fisicamente vicine ad essa e hanno una relazione tra loro, possono gestire efficacemente collettivamente le risorse del pool pubblico senza controllo governativo o privato. Poiché gli estranei e le agenzie governative non comprendono le condizioni o le normative locali e non hanno relazioni con la comunità, potrebbero non essere in grado di gestire bene le risorse pubbliche. Al contrario, gli addetti ai lavori che hanno voce in capitolo nella gestione delle risorse si autoregolamentano per garantire che tutti i partecipanti rispettino le regole della comunità.

Scopri di più sulla pluripremiata ricerca di Ostrom nel suo libro del 1990, Gestire i beni comuni: l’evoluzione del sistema di azione collettivaE nel suo 1999 scienza Articolo di giornale, “Rivisitare i beni comuni: lezioni locali, sfide globali”.

2. Economia comportamentale
Il premio 2002 è stato assegnato a uno psicologo Daniel Kahneman “Integrare le intuizioni della ricerca psicologica nella scienza economica, in particolare per quanto riguarda il giudizio umano e il processo decisionale in condizioni di incertezza”. Kahneman ha mostrato che le persone non agiscono sempre per interesse personale razionale, come previsto dalla teoria economica della massimizzazione dell’utilità attesa.Questo concetto è essenziale per il campo di ricerca chiamato Finanza comportamentaleKahneman ha condotto le sue ricerche con Amos Tversky, ma Tversky non era idoneo per il premio perché è morto nel 1996 e il premio non è stato assegnato dopo la sua morte.

Kahneman e Tversky hanno scoperto pregiudizi cognitivi comuni che inducono le persone a usare falsi ragionamenti per prendere decisioni irrazionali.Questi pregiudizi includono ancorato Effetti, errori di pianificazione e illusioni di controllo. Il loro articolo “Prospect Theory: Decision Analysis under Risk” è uno degli articoli più citati nelle riviste economiche.Hanno vinto premi Teoria del prospetto Mostra come le persone prendono effettivamente decisioni quando sono incerte. Tendiamo a usare linee guida irrazionali, come l’equità percepita e l’avversione alla perdita, che si basano su emozioni, atteggiamenti e memoria, piuttosto che sulla logica. Ad esempio, Kahneman e Tversky hanno osservato che spendiamo più energia risparmiando pochi dollari su piccoli acquisti, piuttosto che risparmiare la stessa quantità su grandi acquisti.

Kahneman e Tversky hanno anche mostrato che le persone tendono a usare regole generali (come la rappresentazione) per formulare giudizi che contraddicono le leggi della probabilità. Ad esempio, quando si descrive una donna preoccupata per la discriminazione e le viene chiesto se è più probabile che sia un’impiegata di banca o un’impiegata di banca di un’attivista femminista, le persone tendono a presumere che sia quest’ultima, sebbene la legge della probabilità ci dica che è più probabile che sia ex.

3. Asimmetria informativa
Nel 2001, George A. Akerlof, A. Michael Spence e Joseph E. Stiglitz hanno vinto premi per “Analisi dei mercati asimmetrici delle informazioni”. Il trio ha dimostrato che i modelli economici basati su un’informazione perfetta sono spesso fuorviati, perché in realtà, una delle parti di una transazione di solito ha informazioni superiori. Questo fenomeno è chiamato “Asimmetria informativa.”

La comprensione dell’asimmetria informativa migliora la nostra comprensione di come funzionano realmente i vari tipi di mercati e L’importanza della trasparenza aziendaleAkerlov ha dimostrato l’asimmetria informativa nel mercato delle auto usate. I venditori comprendono la qualità delle loro auto meglio degli acquirenti e come creare un mercato pieno di limoni (questo concetto si chiama “selezione avversa“). Un’importante pubblicazione relativa al premio è l’articolo di rivista di Akerlof del 1970 “The Market for’Lemons’: Quality Uncertainty and Market Mechanisms”.

La ricerca di Spence si concentra sulla trasmissione del segnale, o su come i partecipanti al mercato ben informati trasmettono le informazioni ai partecipanti bene informati. Ad esempio, ha mostrato come le persone in cerca di lavoro utilizzano l’istruzione come segnale per i potenziali datori di lavoro sulla loro possibile produttività e come le aziende possono mostrare agli investitori la loro redditività emettendo dividendi.

Stiglitz ha mostrato come le compagnie assicurative possono fornire diverse combinazioni per capire quali clienti corrono il rischio maggiore di sostenere costi elevati (lo chiama un processo di “screening”) Franchigia con Premium.

Oggi questi concetti sono così comuni che li diamo per scontati, ma quando sono stati sviluppati per la prima volta, erano innovativi.

4. Teoria dei giochi
Il college ha assegnato il premio 1994 a John C. Harsanyi, John F. Nash Jr. e Reinhard Selten, “per la loro analisi pionieristica dell’equilibrio nella teoria dei giochi non cooperativi”. La teoria dei giochi non cooperativi è una branca dell’analisi dell’interazione strategica, comunemente nota come “teoria del gioco“Un gioco non cooperativo è un gioco in cui i partecipanti raggiungono un accordo non vincolante. Ciascun partecipante prende le proprie decisioni in base a come si aspetta che si comportino gli altri partecipanti, senza sapere come si comporteranno effettivamente.

Uno dei principali contributi di Nash è Equilibrio di Nash, Un metodo per prevedere l’esito di giochi non cooperativi basati sull’equilibrio. La tesi di dottorato di Nash del 1950 “Gioco non cooperativo” ha introdotto la sua teoria in dettaglio. Nash Equilibrium ha ampliato la precedente ricerca sui due, Gioco a somma zero.

Selten ha applicato i risultati di Nash alle interazioni strategiche dinamiche e Harsanyi li ha applicati a scenari con informazioni incomplete per aiutare a sviluppare il campo dell’economia dell’informazione.I loro contributi sono ampiamente utilizzati in economia, ad esempio nell’analisi di oligopolio E teoria Organizzazione industriale, E ha ispirato nuovi campi di ricerca.

5. Teoria della scelta pubblica
James M. Buchanan Jr. è stato premiato nel 1986 per “sviluppare il contratto e le basi costituzionali per la teoria del processo decisionale economico e politico”. Il principale contributo di Buchanan alla teoria della scelta pubblica riunisce scienze politiche ed intuizioni economiche per spiegare come gli attori del settore pubblico (come politici e burocrati) prendono le decisioni. Ha mostrato che, contrariamente alla saggezza convenzionale secondo cui gli attori del settore pubblico agiscono nel migliore interesse del pubblico (come “funzionari pubblici”), i politici e i burocrati tendono ad agire nel proprio interesse, proprio come gli attori del settore privato (ad esempio, consumatori e imprenditori). Ha descritto la sua teoria come “politica senza romanticismo”.

Utilizzando i commenti di Buchanan sul processo politico, l’umanità e mercato libero, Possiamo comprendere meglio i motivi che motivano gli attori politici e prevedere meglio l’esito delle decisioni politiche. Quindi, possiamo progettare regole fisse che hanno maggiori probabilità di portare al risultato desiderato.

Ad esempio, invece di consentire Spesa in disavanzoPoiché ogni piano finanziato dal governo è sostenuto da un gruppo di politici tra gli elettori, i leader politici hanno l’incentivo a partecipare Possiamo imporre restrizioni costituzionali alla spesa pubblica e avvantaggiare il pubblico limitando il carico fiscale.

Buchanan ha elaborato la sua teoria vincente in un libro scritto insieme a Gordon Tulloch nel 1962. Il calcolo del consenso: la base logica della democrazia costituzionale Constitution.

Menzione d’onore: Teorema di Black-Scholes

Robert Merton e Myron Scholes hanno vinto il Premio Nobel per l’Economia 1997. Teorema di Black-Scholes, Un concetto chiave nella moderna teoria finanziaria, spesso utilizzato per valutare le opzioni europee e le stock option dei dipendenti. Sebbene la formula sia complessa, gli investitori possono utilizzare il calcolatore di opzioni online per ottenere risultati inserendo il prezzo di esercizio dell’opzione, il prezzo dell’azione sottostante, il tempo di scadenza dell’opzione, la volatilità e i tassi di interesse privi di rischio di mercato. Anche Fischer Black ha contribuito al teorema, ma non è riuscito a vincere il premio a causa della sua morte nel 1995.

Linea di fondo

Decine di vincitori di premi Nobel per l’economia hanno dato contributi eccezionali in questo campo e vale la pena vedere anche altre teorie vincenti. Tuttavia, la conoscenza pratica delle teorie qui descritte ti aiuterà a stabilire la tua connessione con i concetti economici che sono essenziali nella vita di oggi.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *