Abolire la regola Covid in Inghilterra in mezzo a un’ondata di casi è una “minaccia per il mondo”


Gli esperti di salute globale hanno condannato lunedì Boris Johnson per aver rimosso la maggior parte delle restrizioni legali di Covid-19 in Inghilterra, definendola una “minaccia per il mondo” poiché il numero di casi giornalieri nel Regno Unito è salito a oltre 50.000.

Il Regno Unito è ora al terzo posto per numero di casi di qualsiasi paese del mondo – solo l’Indonesia e il Brasile ne hanno di più – e alcuni scienziati temono che possa diventare un focolaio di nuove varianti di Covid.

I ministri hanno avvertito che con l’avvicinarsi del 19 luglio, descritto dai tabloid come “Giornata della libertà”, il numero di casi giornalieri potrebbe presto raggiungere i 100.000, e negli ultimi giorni ci sono stati segnali di crescente tensione.

Il ministro della Sanità Sajid Javid ha annunciato questo mese che “non si può tornare indietro”, ma ora i ministri ammettono che potrebbero dover reintrodurre le restrizioni mentre si preparano per un’impennata dei casi.

“Naturalmente, se cadiamo in una situazione inaccettabile, dobbiamo rimuovere ulteriori restrizioni, quindi ovviamente questo è qualcosa che il governo prenderà in considerazione”, ha detto a Sky News il procuratore generale Lucy Fraser.

Come 51.870 casi segnalati nel Regno Unito -Il numero più alto dal 15 gennaio: gli scienziati globali al “Vertice internazionale di emergenza” hanno esortato l’amministrazione Johnson a “riconsiderare urgentemente le azioni proposte”.

L’evento online organizzato da scienziati britannici che si sono opposti alla fine delle restrizioni ha attirato attuali ed ex consiglieri del governo da Nuova Zelanda, Italia, Israele, Sud Africa, Australia e Taiwan.

Hanno firmato una dichiarazione in cui affermano che la decisione di Johnson “avrebbe un impatto profondo e dirompente sull’Inghilterra” e hanno aggiunto: “Il Regno Unito è uno dei principali centri turistici del mondo, qualsiasi variante che domina lì è possibile. Diffondere nel resto del mondo. “

Stephen Duckett, l’ex ministro della Salute australiano, ha dichiarato: “Nessun noto consulente di salute pubblica raccomanderebbe l’apertura quando il virus si sta diffondendo rapidamente”.

Funzionari britannici hanno detto che Johnson non si sarebbe ritirato all’ultimo minuto. La discoteca riaprirà il 19 luglio, cesseranno le restrizioni agli incontri sociali e la legge non richiederà più alle persone di indossare maschere in luoghi affollati.

Il Chief Medical Officer Chris Whitty ritiene che l’Inghilterra soffra molto meglio dell’impatto della nuova epidemia di polmonite coronale in estate (con meno pressione sul sistema sanitario e chiusura delle scuole) che in inverno.

Johnson è stato sottoposto a tremende pressioni da parte dei parlamentari conservatori per porre fine alla restrizione Covid. Ritiene inoltre che man mano che più persone vengono vaccinate e le persone infette, in particolare i giovani, sviluppano anticorpi, il “muro di difesa” del paese sarà rafforzato.

Ma negli ultimi giorni, il tono un tempo rialzista del governo è scomparso.I ministri si vantavano di aver buttato via le loro maschere, Johnson ora esorta le persone Pratica “estrema cautela”.

Alcune persone temono che, sebbene la connessione tra casi e ricoveri sia stata gravemente indebolita, Whitty è pronta a vedere che l'”ondata” di Covid che sta investendo l’Inghilterra in estate potrebbe trasformarsi in uno tsunami.

Parlando dei singoli ospedali giovedì, Whitty ha dichiarato: “Non credo che dovremmo sottovalutare il fatto che potremmo trovarci di nuovo nei guai a un ritmo allarmante”.

Il ministro dei trasporti Grant Shapps ha affermato di “sperare” che il sindaco di Londra Sadiq Khan richieda di indossare una maschera quando prende i mezzi pubblici nella capitale, anche se il governo ha annullato l’obbligo legale di farlo.

Allo stesso tempo, solo poche settimane fa, i certificati Covid che i ministri non hanno ritenuto necessari sono ora raccomandati per l’uso nei locali notturni e in altri luoghi.

Il grafico mostra che dopo la piena riapertura, il numero di ricoveri nel Regno Unito potrebbe raggiungere circa 2.000 al giorno, circa la metà del picco invernale

Il capo si è lamentato che lo erano Affrontare difficili questioni legali Aspettative per clienti e dipendenti, perché Johnson ha trasferito ad aziende e privati ​​la responsabilità di combattere il Covid.

Allo stesso tempo, le aziende e i servizi pubblici vengono perturbati perché migliaia di dipendenti vengono “Pinged” dall’app del SSN Covid-19 E gli è stato detto di mettersi in auto-quarantena dopo il contatto con qualcuno infetto dal virus.

Il premier è ora intrappolato in vizi politici, parlamentari del partito conservatore e giornali di destra lo esortano a scioperare per la “libertà”, mentre l’opinione pubblica vuole che sia più cauto.

Mark Harper, presidente del Covid Recovery Group, scettico nei confronti del blocco, ha affermato che Whitty aveva ragione a dire che il Paese deve imparare a convivere con il virus e che il pubblico “può bilanciare i rischi nella vita” ha ragione.

Ha criticato le informazioni disordinate del governo la scorsa settimana, sottintendendo che contenessero descrizione Dominic Cummings, ex consigliere di Johnson, ha descritto la svolta imprevedibile di un primo ministro nelle questioni politiche.

Harper ha dichiarato al “Financial Times” britannico: “Il governo del governo deve evitare di credere che gli ex consiglieri senior del primo ministro abbiano criticato il ‘carrello della spesa’”.

Allo stesso tempo, i veterani del Partito Conservatore hanno ammesso che i sondaggi sulle politiche di Johnson sono stati “molto negativi”, evidenziando i rischi politici che corre il primo ministro se le politiche iniziano a crollare.

Ipsos Mori sondaggio questa settimana È stato riscontrato che quattro adulti su dieci supportano l’uso di maschere in pubblico a tempo indeterminato, mentre un terzo dei lavoratori si sente “a disagio” nel tornare in ufficio. Un quarto ritiene che le discoteche non dovrebbero essere riaperte.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *