Assicurazioni RCA: urge contrastare i fenomeni fraudolenti

assicurazione-autoDalla banca dati dei sinistri gestita dall’ISVAP si evince che è necessario attuare procedure atte a contrastare le frodi in ambito delle assicurazioni RCA, in particolar modo nelle valutazioni e liquidazioni.
Nel 2009, infatti, è stato calcolato che ben 83.000 sinistri sono riconducibili a fenomeni fraudolenti ad esclusivo danno delle imprese assicurative che hanno dovuto effettuare risarcimenti per ben 314,5 milioni di euro (pari al 2,4% del totale dei risarcimenti effettuati nell’anno solare).

Analizzando i dati delle singole province, si evince che nelle aree del Sud Italia e delle isole il fenomeno criminale è molto più sviluppato rispetto alla media nazionale. In particolare la regione con più sinistri è la Campania con ben il 9,6% sul totale e l’8,7% dei risarcimenti; segue la Puglia con il 6,2% dei sinistri e l’5,3% dei risarcimenti e poi la Calabria con il 4% dei sinistri e l’3,9% dei risarcimenti.

L’agenzia antifrode dell’ISVAP considera tale dato allarmante e da combattere attraverso un sistema ben integrato ed organizzato su tre punti cardine:

  • un servizio di liquidazione efficiente distribuito sul territorio nazionale con i circa 4.300 punti e gli oltre 8.000 addetti.
  • Il miglioramento dell’utilizzo della Banca dati dei sinistri gestita dall’ISVAP che è stata rivista nel 2009 per permettere di individuare più facilmente le frodi e le organizzazioni criminali che gestiscono tali processi.
  • L’istituzione di un’Unita Antrifrode che coordini le diverse banche dati private e pubbliche con lo scopo di prevenire frodi contro le imprese di assicurazioni; tale unità dovrebbe inoltre coordinarsi con le forze di polizia e in particolare con un nucleo specializzato nella tematica della polizza auto.

Per contrastare ancor meglio i fenomeni criminosi a danno delle imprese, l’Autorità ritiene fondamentale applicare modifiche sia al Codice della strada, sia al Codice delle assicurazioni; in particolare si ritiene di primaria importanza l’obbligo di messa a disposizione del mezzo danneggiato che, prima di essere riparato, dovrà essere esaminato per un periodo limitato dall’impresa assicuratrice.

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *