AstraZeneca e Merck indicano progressi nel cancro al seno in fase iniziale


Il farmaco Lynparza di AstraZeneca e Merck potrebbe rivelarsi un nuovo importante strumento per la cura del cancro al seno in fase iniziale.I dati precedentemente rilasciati prima della più grande conferenza oncologica di quest’anno hanno dimostrato che ha ridotto significativamente i pazienti con mutazioni del gene BRCA Il tasso di recidiva.

David Fredrickson, vicepresidente esecutivo dell’oncologia di AstraZeneca, ha affermato che l’attenzione dell’azienda su “interventi precoci e più intelligenti” può aiutare a promuovere la cura di molti tumori. Si prevede che le aziende farmaceutiche presenteranno i dati di prova alle agenzie di regolamentazione per approvare questa situazione.

Lo studio OlympiA ha rilevato che si stima che l’assunzione di Lynparza in aggiunta al normale trattamento (chemioterapia, chirurgia e talvolta radiazioni) riduca la probabilità di recidiva pericolosa per la vita del 42% entro tre anni.La ricerca sarà pubblicata su New England Journal of Medicine Sarà presentato questo fine settimana alla riunione annuale dell’American Society of Clinical Oncology (ASCO).

“Durante la notte, la prognosi di queste donne è cambiata dal non avere alcun trattamento specifico per il suo tipo di cancro al ricevere un trattamento”, ha detto Frederickson.

AstraZeneca Innovazione in Oncologia Negli ultimi anni, ha aiutato questo produttore farmaceutico anglo-svizzero a invertire le sue prestazioni.Nel primo trimestre vendite oncologiche di farmaci tra cui Lynparza, Tagrisso e Imfinzi Aumentato del 20% Rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. L’azienda farmaceutica americana Merck è stata pioniera nell’immunoterapia con il suo farmaco campione d’incassi Keytruda, che utilizza il sistema immunitario per colpire i tumori.

Frederickson ha avvertito che sono necessari screening migliori, soprattutto quando i tassi di diagnosi del cancro diminuiscono durante la pandemia, per sfruttare i migliori trattamenti dati in anticipo. Nel Regno Unito, i dati ufficiali mostrano che il tasso di diagnosi di cancro nei primi mesi della pandemia è diminuito di circa un terzo rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

“Siamo stati molto preoccupati per i danni collaterali causati dalla pandemia ai nuovi tassi di diagnosi e rilevamento del cancro”, ha affermato.

Lynparza è stato lanciato nel 2014 e ha mostrato successo nel trattamento del carcinoma mammario avanzato (che si è diffuso ed è incurabile), nonché del carcinoma ovarico e del pancreas. Si chiama inibitore della parp e colpisce i punti deboli nel sistema di riparazione del DNA del cancro.

Circa il 15% dei malati di cancro al seno sono i cosiddetti pazienti con cancro al seno triplo negativo il cui cancro non risponde ad altre terapie mirate.Molti di questi pazienti hanno una delle due mutazioni BRCA, che influisce sulla capacità dell’organismo di sopprimere i tumori.

Andrew Tate, professore presso l’Institute of Cancer Research che supervisiona il comitato direttivo dello studio, ha affermato che il test di mutazione BRCA viene spesso utilizzato per determinare il rischio di cancro. Ma se il farmaco è approvato per il trattamento di questa malattia, ha affermato che gli oncologi dovrebbero utilizzare la diagnosi per selezionare i pazienti idonei al farmaco.

“Questo è un modo completamente nuovo di utilizzare la genetica del cancro in un ambiente terapeutico”, ha detto.

Lori J. Pierce, presidente dell’American Society of Clinical Oncology, ha affermato che questi risultati potrebbero avere un “impatto importante” sulle decisioni terapeutiche di questi pazienti.

“I risultati dello studio OlympiA sottolineano la necessità di test del gene della mutazione BRCA in pazienti con diagnosi di carcinoma mammario precoce ad alto rischio”, ha affermato.

Inoltre, durante l’incontro ASCO, Novartis condividerà i risultati dello studio sull’utilizzo di un nuovo tipo di radioterapia mirata (chiamata radioligando) per il trattamento del carcinoma prostatico metastatico resistente alla castrazione, che combinato con il normale trattamento può migliorare significativamente la sopravvivenza.

Amgen condividerà i dati sulla sopravvivenza del suo farmaco antitumorale Lumakras, che prende di mira il KRAS, precedentemente noto come “Gol irresistibile” — L’interruttore principale degli oncogeni che rende le cellule cancerose. Recentemente, il farmaco è stato approvato dalla Food and Drug Administration per l’uso in pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule con specifiche mutazioni genetiche.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *