Auto: Fiat chiude il 2009 in rosso

La Fiat chiude il 2009 in rosso, ma i risultati sono oltre le attese. La perdita d’esercizio è stata di 848 milioni di euro, con un indebitamento di 4,4 miliardi di euro e un risultato di gestione di 1,1 miliardi di euro. Un contributo notevole ai risultati è stato fornito dal business Automobili. I ricavi totali del gruppo hanno superato di poco i 50 miliardi, segnando un calo del 16% rispetto al 2008, quando il livello dei ricavi sfiorava i 60 miliardi di euro.

[ad]

L’utile della gestione ordinaria per quanto riguarda Fiat Group Automobiles si è assestato sui 470 milioni di euro, contro i 691 del 2008. Cnh ha chiuso con 337 milioni e Iveco con 105 milioni. Liquidità in crescita a 12,4 miliardi. In una nota, il gruppo torinese ha tenuto a precisare che il rallentamento globale economico ha inciso molto sull’andamento della domanda, e che nella seconda parte dello scorso anno si è assistito ad un leggero miglioramento delle condizioni di mercato.

La società in ogni caso è convinta che il peggio sia passato, e non ha fatto mancare prospettive molto ottimistiche circa l’anno in corso. Il gruppo del Lingotto ha stimato per il 2010 un totale ricavi oltre i 50 miliardi di euro, un utile di gestione ordinaria di circa 1,5 miliardi di euro, un utile d’esercizio di 200-300 milioni ed un indebitamento sotto i 5 miliardi. Fiat ha fatto capire che le performance del settore auto dipenderanno molto dagli econincentivi che lo Stato stanzierà, senza i quali non ci sarebbe un sostegno alla domanda adeguato.

Giuseppe Raso

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *