Biden ha rimproverato Putin per aver invaso il trasformatore di carne JBS


Joe Biden rimprovererà Vladimir Putin Attacco informatico a JBSLa Casa Bianca ha dichiarato mercoledì che quando i presidenti dei due paesi si incontreranno alla fine di questo mese, gli Stati Uniti non escludono ritorsioni per i sospetti autori della banda criminale russa.

L’azienda di carne con sede a San Paolo ha subito un attacco ransomware che ha costretto la maggior parte delle sue operazioni in Nord America e Australia a chiudere e questa settimana ha interrotto il lavoro di migliaia di dipendenti. Questo incidente ha sollevato preoccupazioni sulla sicurezza delle forniture alimentari negli Stati Uniti.

Secondo le informazioni che l’azienda ha passato ai funzionari della Casa Bianca, l’attacco è stato lanciato da una nota organizzazione criminale che potrebbe trovarsi in Russia.

Secondo i rappresentanti sindacali, mercoledì la JBS ha riavviato la maggior parte delle sue operazioni in Nord America, nonostante la cancellazione di almeno un turno presso il suo stabilimento principale di carne bovina a Greeley, in Colorado.

La Casa Bianca ha dichiarato che il presidente intende esprimere le sue preoccupazioni per l’attacco al presidente russo. vertice Il 16 giugno i due leader hanno avuto colloqui a Ginevra.

“Speriamo che questo sarà uno dei temi che il presidente discuterà con il presidente al vertice”, ha detto il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki, aggiungendo che “i paesi responsabili non daranno rifugio a criminali ransomware”.

Alla domanda se gli Stati Uniti stiano valutando di lanciare attacchi informatici contro i responsabili dei sospetti, Psaki ha affermato: “Nascondere entità criminali che causano danni alle infrastrutture critiche degli Stati Uniti è inaccettabile. Non staremo a guardare. Solleveremo questa domanda. Faremo non annullare le opzioni al tavolo delle trattative”.

Alcuni esperti informatici statunitensi hanno esortato l’amministrazione Biden a essere più attiva nel rispondere a un numero sempre maggiore di attacchi ransomware rivolti ad aziende chiave, come Gasdotto per il carburante della coloniaÈ stato temporaneamente chiuso dagli hacker il mese scorso e hanno costretto la società a pagare un riscatto di oltre $ 4 milioni.

Chris Krebs, ex direttore della US Cybersecurity and Infrastructure Security Agency, ha dichiarato al Financial Times all’inizio di quest’anno che le forze armate statunitensi dovrebbero Lancia il tuo attacco informatico Lotta contro sospetti gruppi di ransomware.

Il Cremlino ha risposto alle accuse di coinvolgimento della Russia nell’attacco della JBS, dicendo che non ha informazioni su chi potrebbe essere dietro le quinte, ma risponderà a qualsiasi richiesta di assistenza ufficiale.

“Non ne so nulla”, ha detto ai giornalisti il ​​portavoce di Putin Dmitry Peskov. “Alcuni contatti vengono mantenuti attraverso i canali diplomatici… Se gli americani faranno delle accuse, ovviamente saranno trattate abbastanza rapidamente”.

JBS controlla circa il 20% della lavorazione della carne negli Stati Uniti. L’attacco informatico ha costretto l’azienda a interrompere le operazioni presso lo stabilimento di Greeley e lo stabilimento di cactus del Texas. Ha anche cancellato i turni in una fabbrica di carne bovina a Brooks, Alberta, in Canada, e in diverse fabbriche in Australia.

L’industria della lavorazione della carne si affida a software e sistemi IT per tracciare e classificare gli animali e tenere registri per soddisfare gli standard normativi.

Le autorità australiane hanno affermato che mercoledì JBS ha ripreso le operazioni limitate di alcune strutture di elaborazione nel Victoria e nel Nuovo Galles del Sud e sperava di riavviare le operazioni nel Queensland giovedì.

Secondo una persona a conoscenza del piano di risanamento, ben 7.000 dipendenti temporanei nel Paese sono ancora sospesi a causa di attacchi informatici, ma l’azienda spera di riprendere il lavoro per fasi entro le prossime 24-48 ore.

“JBS ha lavorato con il nostro Ministero dell’Agricoltura per cercare di rinvigorirci e garantire che abbiano un accordo sulla garanzia della qualità”, ha affermato il ministro dell’Agricoltura australiano David Littleproud. Ha aggiunto che il governo sta lavorando con i suoi partner internazionali per dare la caccia ai colpevoli e consegnarli alla giustizia.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *