Biden ordina il divieto di investimento in dozzine di società cinesi di difesa e tecnologia Reuters


© Reuters. Immagine del file: il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha tenuto un discorso sul Rapporto sull’occupazione di aprile nella Sala Est della Casa Bianca a Washington, Stati Uniti, 7 maggio 2021.Reuters/Jonathan Ernst

Autori: Michael Martina e Karen Freifeld

WASHINGTON (Reuters) – Il presidente Joe Biden ha firmato giovedì un ordine esecutivo che vieta alle entità statunitensi di investire in dozzine di società cinesi presumibilmente legate al settore della tecnologia di difesa o sorveglianza. Il suo governo ha affermato che la mossa ha ampliato Tron. Ci sono difetti legali negli ordini di portata in l’era generale.

Alti funzionari del governo hanno detto ai giornalisti che il Ministero delle finanze applicherà e aggiornerà un nuovo elenco di circa 59 società, che vieta la vendita di titoli quotati in borsa delle società target e sostituisce il precedente elenco del Ministero della difesa nazionale.

Biden ha affermato nell’ordine che l’ordine impedisce agli Stati Uniti di investire nel supporto del complesso militare-industriale e dei progetti di ricerca e sviluppo militari, di intelligence e di sicurezza della Cina.

“Inoltre, ho scoperto che l’uso della tecnologia di sorveglianza cinese al di fuori della Cina e lo sviluppo o l’uso della tecnologia di sorveglianza cinese per promuovere la repressione o gravi violazioni dei diritti umani costituiscono una minaccia insolita”, ha affermato Biden utilizzando l’acronimo di Repubblica Popolare di Cina. della Cina.

Nell’elenco aggiornato sono state incluse anche le principali società cinesi nell’ultimo elenco del Ministero della difesa nazionale, tra cui Aviation Industry Corporation of China (AVIC), China Mobile (NYSE:) Communications Group, China National Offshore Oil Corporation (CNOOC (NYSE:) ), Hangzhou Hikvision Digital Technology Co., Ltd., Huawei Technologies Co., Ltd. e Semiconductor Manufacturing International Corporation (SMIC).

SMIC è la chiave per la promozione dell’industria dei chip da parte della Cina.

“Prevediamo pienamente che nei prossimi mesi… aggiungeremo più società entro i limiti del nuovo ordine esecutivo”, ha affermato uno degli alti funzionari.

Un altro funzionario ha detto ai giornalisti che l’inclusione delle società cinesi di tecnologia di sorveglianza ha ampliato la portata dell’ordine iniziale dell’amministrazione Trump lo scorso anno, che la Casa Bianca riteneva fosse stato redatto, rendendolo vulnerabile alle sfide in tribunale.

Biden ha riesaminato molti aspetti della politica degli Stati Uniti nei confronti della Cina e quando la sua amministrazione ha formulato un nuovo quadro politico, ha esteso il periodo di attuazione degli ordini dell’ex presidente Donald Trump.

Questa mossa fa parte di una serie più ampia di misure che Biden ha adottato per contrastare la Cina, incluso il rafforzamento dell’alleanza degli Stati Uniti nel contesto del deterioramento delle relazioni tra le due maggiori economie del mondo e la ricerca di grandi investimenti interni per rafforzare la concorrenza economica degli Stati Uniti.

Il coordinatore della politica indo-pacifica di Biden, Kurt Campbell, ha dichiarato il mese scorso che il periodo di contatto con la Cina è terminato e che il paradigma dominante delle future relazioni bilaterali sarà quello della concorrenza.

Alti funzionari hanno affermato che il Ministero delle finanze fornirà indicazioni in seguito sull’ambito della tecnologia di sorveglianza, compreso se la società sta promuovendo “la repressione o gravi violazioni dei diritti umani”.

“Vogliamo davvero garantire che eventuali divieti futuri abbiano una base legale. Pertanto, il nostro primo elenco riflette davvero questo”, ha affermato un altro alto funzionario del governo.

È tempo di “rilassarsi”

Il terzo funzionario ha affermato che gli investitori avranno tempo per “rilassare” gli investimenti.

L’ordinanza ha stabilito che il divieto entrerà in vigore il 2 agosto per le società attualmente quotate. Dalla data di questa o di una futura quotazione, gli investitori statunitensi hanno ancora 365 giorni di tempo per effettuare transazioni a scopo di dismissione.Anche se non richiesto, la cessione non autorizzata sarà vietata dopo 365 giorni dalla quotazione.

Sebbene il nuovo elenco aggiunga complessivamente circa 10 società quotate, ci sono poche sorprese per gli investitori che vogliono sapere se hanno bisogno di vendere più azioni e obbligazioni cinesi.

Ma alcune società precedentemente identificate, come la Commercial Aircraft Corporation of China (COMAC), che ha guidato gli sforzi della Cina per competere con Boeing (NYSE :) e Airbus, e due società che hanno contestato il divieto in tribunale, Gowin Semiconductor Corporation e Luogong Technology Co. , Ltd. non sono inclusi.

A maggio, un giudice ha firmato un ordine per annullare la designazione del produttore cinese di telefoni cellulari Xiaomi (OTC:), una tecnologia cinese di alto profilo presa di mira dall’amministrazione Trump per presunti collegamenti con l’esercito cinese One della società.

Stuart Baker, un ex funzionario del Dipartimento della sicurezza interna, ha affermato che lo “stabile sistema normativo e legale” del Dipartimento del Tesoro lo rende un posto migliore per far rispettare il divieto rispetto al Dipartimento della Difesa.

“Questo segue la crescente tradizione dell’amministrazione Biden e ha detto: ‘Trump ha ragione in linea di principio e sbagliato nell’esecuzione. Risolveremo questo problema’”, ha detto Baker.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *