Biden sospende i diritti di trivellazione nell’Artico venduti negli ultimi giorni di Trump come presidente


L’amministrazione Biden annuncia che sospenderà Diritti di trivellazione petrolifera nell’Artico Venduto negli ultimi giorni della presidenza di Donald Trump, ribaltando le politiche iconiche dell’ex Casa Bianca e consegnando la vittoria agli ambientalisti.

Nel suo primo giorno da presidente, Joe Biden ha incaricato il Dipartimento degli Interni di esaminare le attività petrolifere e del gas nell’Arctic National Wildlife Refuge, una delle più grandi aree selvagge non sviluppate degli Stati Uniti. Martedì, il dipartimento ha dichiarato che sospenderà il rilascio dei permessi, in attesa di revisioni ambientali e legali.

Ha dichiarato di aver “scoperto difetti nei registri di base a sostegno della decisione di locazione, compresa la mancanza di analisi di una gamma ragionevole di alternative”, come richiesto dal National Environmental Policy Act, che è un numero esistente. -la vecchia legge è un segno di standard ambientali.

Per correggere quattro anni di inazione sui temi del cambiamento climatico, Biden ha annunciato una serie di misure per ripristinare gli Stati Uniti come leader nelle questioni ambientali.Ciò include il ricongiungimento all’accordo sul clima di Parigi e l’annullamento della licenza per il controverso oleodotto Keystone XL, annunciando i piani Dimezzare le emissioni di gas serras Entro il 2030, integrare i rischi legati al clima nel sistema finanziario.

Le compagnie petrolifere e i repubblicani hanno a lungo cercato di sviluppare l’Arctic National Wildlife Refuge, ricco di petrolio, un pezzo di oltre 19 milioni di acri che ospita orsi polari, caribù e altri animali selvatici in via di estinzione. come luogo sacro.

Un aereo sorvola le renne nell’Arctic National Wildlife Refuge © USFWS/AP

Gina McCarthy, consigliere nazionale per il clima della Casa Bianca, ha definito la mossa “un importante passo avanti” perché l’amministrazione Trump ha deciso a gennaio di vendere i permessi per opporsi all’opposizione degli attivisti.

L’amministrazione Biden ha anche promesso di fermare i nuovi contratti di locazione di petrolio e gas su terreni federali, che è molto diverso dall’era in cui le normative ambientali e le restrizioni sui produttori di energia sono state revocate nell’era Trump.

Nonostante la forte opposizione di ambientalisti, grandi investitori e pubblico, Trump sta ancora cercando di aprire alcuni rifugi – circa 1,5 milioni di acri di terra lungo la costa – come parte di un piano storico per incoraggiare gli Stati Uniti ad aumentare la produzione di combustibili fossili .

I funzionari locali si sono opposti alla mossa di Biden, affermando che ha inferto un duro colpo all’economia regionale e alle industrie altamente dipendenti dell’Alaska.

“I nostri contratti di locazione di petrolio e gas sono validi e il governo federale non può riprenderli”, ha affermato il governatore repubblicano Mike Dunleavy (Mike Dunleavy). “Mi oppongo a questo attacco all’economia dell’Alaska e userò tutti i mezzi necessari per eliminare questa scioccante eccessiva espansione federale”.

Capitale del clima

Dove il cambiamento climatico incontra affari, mercati e politica. Esplora il rapporto del “Financial Times” del Regno Unito qui.

Sei curioso di conoscere l’impegno di sostenibilità ambientale del Financial Times? Scopri di più sui nostri obiettivi basati sulla scienza qui



Source link

Autore dell'articolo: amministrazione2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *