Che cos’è la spesa di ritorsione? (E come evitarlo)


Nessuno si aspettava che una pandemia globale spazzasse il mondo come un enorme tsunami, costringendo tutti a rimanere in casa, serrate e indossare maschere è diventata la norma, ma è stato così. Quasi da un giorno all’altro, le aziende hanno chiuso, i ristoranti sono stati costretti a chiudere e qualsiasi azienda che potesse operare da remoto ha iniziato a trasformarsi. Improvvisamente, cuocere il pane, fare la pizza, sudare il lavoro e ordinare la spesa online sono diventate le priorità principali. Per chi ha perso il lavoro e per chi è già in difficoltà, Fondo di emergenza Esaurimento e qualsiasi spesa in eccesso che ti fa sentire bene.

Dopo più di un anno di paura, tassi di mortalità in aumento e un’impennata delle infezioni quotidiane, ci sono buone notizie. Il tasso di infezione da COVID-19 e il tasso di mortalità stanno diminuendo, vengono introdotti i vaccini e l’economia statunitense sta riaprendo. Mentre le restrizioni continuano ad allentarsi, molte persone sono pronte a gettarsi alle spalle la cautela e festeggiare sperperando tutto. Questo impulso, spesso definito come “spesa di ritorsione”, non è raro. In effetti, la spesa di ritorsione, o il noto “acquisto di ritorsione”, esiste da decenni. Si può far risalire almeno agli anni ’80, quando la Cina si aprì ai rivenditori di lusso dopo la Rivoluzione Culturale e la domanda aumentò.

Di solito si verifica dopo un evento traumatico senza precedenti, come la pandemia di COVID-19. Negli ultimi 12 mesi, molte persone che possono nascondere denaro hanno avuto un forte bisogno di recuperare il tempo perduto e accettare di vivere una volta sola. Bloomberg Economics stima che a gennaio 2021 gli americani abbiano accumulato circa 1,7 trilioni di dollari di risparmi in eccesso durante la pandemia. Ci sono molti soldi per giocare.

Tuttavia, prima di aprire il portafoglio, potrebbe essere necessario dedicare un momento a valutare la situazione. Se la pandemia ci ha insegnato una cosa, è l’importanza di avere un fondo di emergenza. Se non hai… o la crisi ha esaurito quello che hai…Potresti voler creare quel buffer Prima di ogni altra cosa. “Il 71% delle famiglie ha dichiarato di non avere fondi di emergenza sufficienti per far fronte alla pandemia, mentre il 24% delle famiglie ha riferito che il proprio orario di lavoro è diminuito a causa della pandemia”, ha affermato. Judith Ward, pianificatore finanziario senior di T. Rowe Price.

Punti chiave

  • Con la continua introduzione di vaccini, il calo dei tassi di infezione e la riapertura dell’economia statunitense, le persone hanno voglia di sfoggiare.
  • Questo impulso al consumo, noto come “spesa di ritorsione”, di solito si verifica dopo eventi senza precedenti, mentre le persone cercano di riprendere il controllo e un senso di normalità.
  • Alcune persone vogliono spendere di più in esperienze e viaggi, mentre altri sono desiderosi di acquistare nuovi vestiti quando l’attività riapre.
  • Gli esperti mettono in guardia contro la spesa eccessiva, ma raccomandano invece di fare un passo indietro e ricostituire prima i fondi di emergenza.

Spese post-pandemia

In un sondaggio condotto da Charles Schwab nel febbraio 2021, quasi la metà delle persone ha dichiarato di essere ansiosa di ripristinare la propria vita e i propri consumi pre-pandemia e il 24% di loro era desideroso di recuperare il tempo perduto. I comportamenti più dissoluti nell’elenco includono viaggiare (24%), cenare in ristoranti di fascia alta (21%) e organizzare feste (15%).

Il viaggio è in cima a molte liste dei desideri post-pandemia. Anche se si discute molto sul fatto che un passaporto per i vaccini sia una buona idea dal punto di vista della privacy, un sondaggio condotto dal sito di viaggi Vacationer a gennaio ha mostrato che il 74% degli americani ha indicato che sarebbe disposto a registrarsi per un certo versione del passaporto. O un’app che mostra lo stato dei loro vaccini alle compagnie aeree e ai funzionari di frontiera. Nonostante un forte desiderio di viaggiare, solo il 28% delle persone a gennaio ha affermato che viaggerebbe comodamente, mentre il 24% ha affermato che si sarebbe sentito a proprio agio solo dopo essere stato vaccinato.

Ora, a partire dal 7 giugno 2021, il 42,1% degli americani è completamente vaccinato e il 51,7% degli americani ha almeno una dose.C’è stato un vero aumento del numero di viaggiatori. Il numero di viaggiatori ai posti di blocco dell’Amministrazione federale per le indagini sui trasporti ha appena superato 1,8 milioni il 7 giugno 2021, un aumento di quasi 4,5 volte rispetto ai circa 430.000 di un anno fa.

La pandemia ha anche portato le persone a prestare maggiore attenzione alla salute fisica e mentale, il che potrebbe segnare un cambiamento nel modo in cui i consumatori rispondono agli impulsi di ritorsione alla spesa. Secondo il sondaggio di Schwab, il 69% degli intervistati ha dichiarato che la salute mentale è diventata una priorità maggiore, seguita dalle relazioni interpersonali (57%), dalle finanze (54%) e dalla salute fisica (39%). Questo cambiamento di priorità può portare a un aumento della spesa per le esperienze piuttosto che per i prodotti. L’analista capo della vendita al dettaglio di NPD ha dichiarato: “Abbiamo visto i lavoratori che sono stati privati ​​delle ferie negli ultimi 15 mesi iniziare ad aggiornare le loro spese per le vacanze quest’anno”. Don nostro Nel comunicato di marzo 2021.

Anche se la spesa per viaggi e pasti aumenta, le vendite al dettaglio stanno tornando in auge. Durante il periodo di tre mesi terminato il 30 aprile 2021, le vendite al dettaglio e dei servizi di ristorazione sono aumentate del 27% su base annua, con abbigliamento, articoli sportivi e articoli per la casa che hanno registrato l’aumento maggiore. Inoltre, la National Retail Federation prevede che man mano che più persone vengono vaccinate, le vendite al dettaglio guadagneranno slancio e si prevede che aumentino dal 6,5% all’8,2% nel 2021.

Che dire di quei controlli di stimolo?

Sono stati effettuati tre turni Controllo dell’irritazione Pagamenti effettuati dal governo federale per aiutare a sostenere le persone e le famiglie in difficoltà che sono state colpite negativamente dalla pandemia. Sebbene alcune persone possano facilmente visualizzare questi assegni come fondi gratuiti, la maggior parte delle persone utilizza questi fondi per lo scopo previsto e utilizza la maggior parte degli assegni per acquistare beni di prima necessità e pagare i debiti. Anche l’ultimo giro di pagamenti viene utilizzato principalmente per l’acquisto di beni di prima necessità e solo una piccola parte (8%) viene utilizzata per l’acquisto di beni non essenziali.

8%

Percentuale dell’ultimo pagamento di stimolo utilizzato dalle persone per acquisti non essenziali

Come gestire il tuo impulso di ritorsione alla spesa

A quel momento Spendi la tua via d’uscita dalla pandemia, Calmati.

  • Budgeting. Non importa quanto sia grande o piccolo, devi sapere dove sono finiti i tuoi soldi e quanti soldi extra hai.
  • Concentrati sui pagamenti in contanti per assicurarti che le tue spese non superino la tua accessibilità.
  • Prima di fare clic sul pulsante di pagamento, considera il numero di prodotti di cui hai realmente bisogno e il numero di prodotti che desideri.
  • Metti da parte i soldi per i futuri grandi articoli della lista dei desideri, come case, grandi vacanze e pensione.

Inoltre, non dimenticare le lezioni sul denaro apprese durante la pandemia.

  • Crea (o ricostituisci) un fondo di risparmio di emergenza prima di fare un grosso acquisto.
  • Ripagare qualsiasi debito della carta di credito ad alto interesse che potrebbe aumentare durante la pandemia.
  • Se devi utilizzare il risparmio previdenziale, Prova a riempirli.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *