Citigroup afferma che gli investitori sempre più rialzisti potrebbero provare a convincersi che è giusto acquistare azioni dopo l’aumento – shareandstocks.com


Secondo i dati di Citigroup, molti gestori di portafoglio stanno diventando sempre più ottimisti, anche se il mercato azionario è vicino al suo massimo storico.

Gli analisti di Citi hanno affermato in un rapporto di ricerca pubblicato lo scorso fine settimana: “Gli investitori vogliono che il mercato salga, il che evidenzia la realtà che i professionisti degli investimenti sono pagati per partecipare, piuttosto che aspettare un punto di ingresso migliore”. che va tutto bene”.

Allo stesso tempo, alcune società dell’indice S&P 500
punta,
+0,35%

Secondo il rapporto, le azioni che “ovviamente” hanno superato il benchmark del mercato azionario sono diminuite drasticamente nel secondo trimestre. Il grafico nel rapporto di Citi Research mostra che solo il 10% circa dei componenti dell’indice ha sovraperformato l’indice S&P 500 del 10% nello stesso periodo e inferiore rispetto alle azioni costituenti di oltre il 30% nei primi tre mesi di quest’anno.

Gli analisti di Citi hanno affermato nel rapporto: “Abbiamo scoperto che anche gli investitori stanno accettando che le valutazioni dipendono solo da bassi tassi di interesse, anche se il premio per il rischio azionario è molto più alto del livello tipico prima della crisi finanziaria globale”. non particolarmente avvincente.”

leggere: Morgan Stanley ha affermato che i rendimenti obbligazionari e i titoli tecnologici riecheggiano “l’estrema anomalia” del boom di Internet

mercato azionario statunitense Stabilito un record la scorsa settimanae indice S&P 500, Dow Jones Industrial Average
giù,
+0,36%

E l’indice composito Nasdaq
Confrontare,
+0,21%

I dati di FactSet hanno mostrato che ha mantenuto il suo slancio al rialzo nel trading lunedì pomeriggio.

“Spesso siamo osteggiati da investitori più ottimisti che ci dicono reddito E la liquidità richiede più rialzo, e siamo eccessivamente preoccupati”, hanno detto gli analisti di Citi. “Quindi, il concetto di ‘questa volta è diverso’ è ovvio e inquietante. “

Allo stesso tempo, la Fed ha mantenuto il suo tasso di interesse di riferimento a un livello vicino allo zero, lasciando intendere alla riunione politica di metà giugno che, sulla base delle previsioni mediane dei funzionari della Fed, i tassi di interesse potrebbero aumentare nel 2023.Dopo l’incontro, molti investitori e analisti hanno creduto che questo fosse un fulcro da falco Aspettative aumentate La Fed inizierà a ridurre la scala degli acquisti di asset nell’ambito del suo programma di allentamento quantitativo già quest’anno.

Tuttavia, il rendimento dei titoli del Tesoro USA a 10 anni Da allora è in calo A causa delle preoccupazioni per il picco di crescita, alcuni analisti di mercato hanno indicato driver tecnici come la copertura corta. rendimento a 10 anniyear
TMUBMUSD10Y,
1,373%

Nella negoziazione di lunedì pomeriggio, il rendimento è stato di circa 1,37%, mentre la riunione della Fed si è conclusa il 16 giugno a circa 1,57%.

Guarda: L’inflazione ha inghiottito tutti gli interessi che guadagni sui buoni del Tesoro a 10 anni?

Allo stesso tempo, secondo il rapporto di Citi, i guadagni dell’S&P 500 quest’anno “superano di gran lunga il rendimento medio o medio”.

Il rapporto mostra che a partire dall’8 luglio, l’indice Standard & Poor’s 500 è aumentato di circa il 15%, il secondo trimestre è aumentato di circa l’8,2% e i primi tre mesi del 2021 sono aumentati di circa il 5,8%. Secondo i dati Citigroup, la performance mediana dell’indice S&P 500 nella prima metà dell’anno dal 1900 è stata del 3,8%.

Gli analisti hanno anche valutato il tiro alla fune tra titoli growth e titoli value quest’anno.
RLV,
+0,36%

In ritardo nel secondo trimestre dopo aver battuto il Russell 1000 Growth Index
RLG,
+0,20%

Il rapporto mostra l’indice per il primo trimestre.

Gli analisti di Citi hanno affermato che mentre l’economia continua a riaprire dalla pandemia, “crediamo ancora che il valore dell'”ultimo applauso” possa riprendersi”.

Tuttavia, tra le preoccupazioni più ampie, “l’autocompiacimento genererà la tolleranza al rischio”, hanno affermato gli analisti, “siamo cauti in questo momento, anche se non siamo in grado di determinare il motivo esatto del prossimo prelievo”.

leggere: La folle settimana del mercato azionario statunitense è stata accompagnata da cambiamenti nella narrativa del mercato: gli investitori dovrebbero crederci?



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *